Vecchia Signora… o zebra azzoppata?

Non c’è nulla da fare, qui è tutto rovesciato peggio di paguro quando finisce a zampe in su e si agita mezz’ora prima di ricordarsi di girarsi controvento e aspettare il primo soffio che lo rimetta a testa in su. Voglio dire, ti arriva uno sbarbatello come Ronaldo e neanche le regole base mette in pratica. Primo, rispetto per gli anziani quindi se ti trovi a giocare contro la Juve sai benissimo che è la Vecchia Signora e al massimo cedi il passo se la incroci lungo la fascia. (Che poi giovincella non è, insomma, lo si capisce solo a guardare la maglia: l’hanno fatta perfetta perchè uno non si confondesse quando la tv non era ancora a colori!) Poi non si raccontano bugie, non si fanno scenate e non la si irrita: che a una certa età pure il cuore non è più quello di una volta! Insomma, merenghino che non sei altro, hai fatto espellere Chiellini chiamando un fallo che era più falso del rapimento della donna a Palermo. Solo che là era questione d’amore e al cuor si sà, non si comanda (al cervello però sì, quindi se proprio devi fingere qualcosa fallo bene, è la regola basica! Ma lo vedete che a voi bipedi bisogna spiegar sempre tutto?) Qui al massimo era questione di bonus… Insomma, lo ammetto: questa partita mi ha fatto rizzare ciuffo tantissimo e quando m’inciuffolo io divento più mordicchiosa di uno squalo che vuole fare uno spuntino! Questo portoghese conosce le regole del gioco sportivo tanto quanto i grillini conoscono la Costituzione: ma io dico, ma se non sai le cose, perchè devi mostrarlo così palesamente? Che poi non capisci perchè ti ridono dietro: e ho capito, ma se ti metti a raccontar barzellette in aula che deve far Letta? Mettersi a piangere e chiedersi con chi ha a che fare? (Che poi la cosa grave è che gli altri pentastellati hanno pure applaudito l’uscita di Sibilia: al che io ho avuto un pensiero che mi ha fatto cucù in cima a guscio: ma non vogliono che la modifichino perchè ancora devono imparare quella originale?) Ma torniamo alla nostra povera zebra azzoppata… C’è da dire che qualcosa di positivo s’è visto: Buffon si è ricordato che ci sta a fare in mezzo ai pali: il primo tempo era un po’ distratto ma nel secondo gli si è raddrizzata l’onda e ha parato quando ha visto avvicinarsi la sfera! E lo vedete allora? Pure lui è un po’ ondivago tipo marea: adesso è tornata la luna buona e vedrete che ricomincia a far il suo dovere da bravo portierone (e se non è così vi regalo un buono per il ristorante: però io non vengo, che adesso hanno aperto le porte anche ai cani ma per noi cozze resta sempre quel posto in prima fila sopra il tavolo che non mi aggrada troppo… Gli unici tavoli vostri che mi piacciono sono quelli dove ci son le bocce di vetro da centrare con la pallina per portare a casa i pesciolini rossi: io non mi ci infilerei mai, ma quelli sono un po’ viziatelli come pinnati e preferiscono trovare tutti i giorni la pappa pronta anche se gli servite sempre la stessa. E che vi posso dire: sono abitudinari!) Comunque un granellino di sabbia va speso pure per Llorente (che dopo il gol voleva cambiar nome e scrivere Ridente sulla maglia: Conte l’ha fatto uscire apposta, solo che non ha fatto in tempo a cambiar scritta che hanno segnato di nuovo gli spagnoli ed è tornato a quello originale che suona molto simile a Piangente): ma se il re Leone per una volta che lo fanno giocare ruggisce, perchè se ne deve sempre stare in panchina a pettinare la criniera? Comunque, quello che voglio dire è che sta partita è stata ladrata (solo che quando capita alla Juve non lo dice mai nessuno perchè se no quando vince non possono accusarla…) ma sti bipedi il pallone l’hanno rincorso bene e secondo me si meriterebbero un premio: ma portarli a Gardaland come Totti? Tipo li mandiam sulle montagne russe… tanto per ricordare che dopo un giù c’è sempre un su!

cozza-news-juve

Con tutti questi “-gate”… non scandalizzano più neanche gli scandali!

Oggi me ne son stata mezza giornata a bussare sul guscio delle ostrichette. Ne cercavo una vuota per chiedere se era così gentile da far diventare una pallina un pezzetto di folgorite che avevo trovato in spiaggia. Praticamente io ho questo bel vetrino e ho pensato che potrei farmici una sfera: che vi posso dire, ogni anno quando si avvicina Halloween mi prende la mania di studiar da streghetta. Ho anche già pronta la mia bella scopa: un rametto, qualche alga secca all’estremità e via. L’unico problema è che Scoglio non capisce bene questa mia passione e ogni volta che la vede mi dice di pulire da qualche parte. E mica sono Cenerentola! (Che poi da noi si chiama Sabbiarentola, anche perchè lo capite da voi che qui è difficile trovare un po’ di cenere. Al massimo quando arriva qualche ambasciatore da Cuba che porta in dono i sigari, ma anche là è un macello perchè possono fumarli sono i tritoni che se ne stanno tranquilli fuori dall’acqua…) Comunque non ho trovato ostriche senza perla che potessero farmi questo favore e quindi devo allenarmi a prevedere il futuro sul mio pezzo un po’ amorfo. Funziona, non dico di no… Solo che più o meno si ferma all’ora di pranzo. Hey, non ci crederete, ma è tarato benissimo: mi mostra esattamente quello che ho voglia di mangiare! In realtà volevo scoprire se si riesce a fare un Cozzagate. Perchè mi sembra che la cosa vada di moda e a me piace essere up to date. (Sì, lo so, allo scandalo delle cozze ci aveva pensato Michele Emiliano con le sue 50 cozze pelose, però è già caduto nel dimenticatoio. E poi insomma, le mie povere amichette erano innocenti, l’unica colpa loro era di esser pelose e di trovarsi dalle parti di Bari in quei giorni!) E’ che non è facile riuscire a far parlare di sè con un certo scalpore. Cioè, prendete anche la Pascale, la Bonev ha provato a lanciare una bomba ma alla fine sempre di Dudù si finisce a parlare (ma è mai stato fatto un sondaggio per sapere se agli elettori sta più simpatico Dudù o Empy, il cane di Monti?) Gli americani al riguardo son quelli che se la cavano meglio, dai tempi del Watergate proprio. E adesso giusto per deviare l’attenzione dal Datagate hanno reso noto il Navygate. Insomma, non se ne lasciano sfuggire una. Devo sentire qualche amico d’oltreoceano per farmi dare delle dritte mi sa. Hey, capiamoci, mica voglio far danni o andar di traverso a qualcuno… Però che so, magari svelo qualche mistero tipo come facciamo a basculare in modo perfetto o a farci chiamare pelose anche se ci depiliamo regolarmente… Ci devo pensare. E’ che non ho molto tempo libero. Magari se mi mettessi a riposo qualche giorno riuscirei a rifletterci con calma. Che è un po’ il ragionamento che fanno quelli che non vogliono fare il vaccino antinfluenzale. Che poi non capisco come mai voi bipedi non comprendiate la lucidità di un simile ragionamento. Fila più liscio di un pinguino che pattina su una lastra di ghiaccio. Allora, se uno ha una vita intensa, non è che ci pensa molto ad ammalarsi, perchè sarebbe un problema. Ma ora come ora: la scuola italiana è allo sfascio quindi gli studenti pensano che se anche saltano qualche lezione (magari pure un’interrogazione e un paio di compiti) fa uguale. Un disoccupato pensa che così per un po’ non può uscire e sentire cento persone che chiedono come va la ricerca di lavoro e Marino riflette sul fatto che se nessuno lo vede non rischia di incappare in altri antagonisti che lo prendono per la cravatta (che poi non l’avevo mai sentita: per il naso, per i fondelli… per la cravatta solo a lui poteva capitare!) Hey! E se rivelassi come facciamo noi cozze a capirvi meglio di quanto facciate voi? Vi do un’indicazione: c’entra con il fatto che ci beviamo l’acqua, non tutto quello che ci dicono! (E ora scusate, ma vado a cercar due guardiani che controllino l’ingresso: che non venga qualcuno a intercettarmi i pensieri!)

cozza-news-caozzagate

La politica italiana… crea dipendenza!

Non so se dipenda dal fatto che vi abbiano insegnato che Dio creò l’uomo a sua immagine e somiglianza, fatto sta che ho l’impressione che per non essere da meno vi piaccia manipolare un po’ le cose, creare nuove specie e simili. Tipo questa storia del Frankenfish: ma io dico, ma almeno siate originali! Cioè, partire da qualcosa che esiste son capaci davvero tutti! Che poi non ho capito sta cosa del miscuglio tra anguilla e salmone. Domanda: l’idea è venuta a un parlamentare italiano? Perchè fa molto larghe intese: la prima striscia ai piedi di chi comanda (ossia Berlusconi a quanto pare, miracoli di una condanna all’interdizione), il secondo va controcorrente tipo che mentre tutti i presidenti esteri mirano al balzo in avanti qui c’è il premier ben contento di mantenere lo status quo. Sì, ok, Legge di Stabilità, il concetto è quello. Comunque, se non inventate accoppiamenti, infausti, nuovi, vi date alla riesumazione. Ma pure i pesci che giocano a “bel pinnato addormentato” in pescheria non siete in grado di lasciar in pace? Loro se ne stanno là a farsi la settimana bianca in mezzo al gelo, ma giusto per rilassarsi un po’, e adesso vi mettete a spruzzarli con questo spray per svegliarli e dar loro un’aria più fresca. Ma voi passate troppo tempo ad ascoltar Veltroni che recita “Sinistra rimembri ancor quel tempo in cui c’era Berlinguer immortale…” E ce lo ricordiam tutti! Il problema che non c’è un successore di Berlinguer da nessuna parte all’orizzonte… ma neanche oltre! So che un po’ di tempo fa un tritone aveva pensato di fare il sirenetto di turno, farsi spuntar le gambe e candidarsi portandosi dietro il suo acquario di consiglieri (tanto là tra pitonesse, giaguari, falchi e via dicendo non si meraviglia nessuno se arrivano pure un po’ di pesci. Ma perchè lo chiamano Transatlantico poi e non Arca di Noè?) Era quasi arrivato a presentar la lista, Vento in poppa, quando ha sentito due che discutevano e parlavano di Porcellum e Mattarellum. Il momentaneamente-bipede ha pensato: “Ok, io ho il mio forchettone, ma mica voglio iscrivermi a un corso di cucina” e s’è rituffato nel Tevere. Ora appena sente nominare la politica scuote la coda sconsolato e dice: “Ci si mangiano tutti là” e se ne va! Insomma, una delle poche cose buone che siete riusciti a fare son stati gli Oreo… e c’è la fregatura pure là, che creano dipendenza. Che non è proprio la peggiore in assoluto ma insomma, neanche salubre. E’ che uno lo capisce pure che la gente ha bisogno di zuccheri: serve perchè han tutti il fegato amaro ormai! Uno riequilibra un po’! Comunque ne parlavo oggi con Scoglio e mi salta fuori che io pure assomiglio un po’ al biscotto. Almeno, anch’io ho due metà di guscio. Solo che non sono così dolce. E non so neanche se provoco proprio dipendenza… magari un po’ di mal di testa sì a furia di bascula bascula! Comunque se ci pensate la cosa è geniale: è l’unione di due metà in posizioni opposte ma che mostrano la stessa faccia (cioè, la parte “ricamata” sta all’esterno). Praticamente come Alfano! La faccia è sempre quella, solo che poi a seconda di dove si trova dice cose che più diverse non si può. Tipo invoca l’intervento dell’Europa per quel che riguarda l’immigrazione e quando la Ue dice “ok, Angelino, allora ci pensiam noi” il diabolico risponde picche! Insomma, che vi posso dire: la politica italiana crea a sua volta dipendenza (e nuoce pure a portafogli e salute), un po’ come le telenovelas… Anche la trama si sviluppa nello stesso modo: intrighi, tradimenti, colpi di fulmine… senza mai andare a parare da nessuna parte!

cozza-news-oreo

Temo i politici… anche quando portano doni!

Non sappiamo se essere contenti o no. Il violino del direttore d’orchestra del Titanic è stato messo all’asta e venduto a una cifra record. Qui l’unica cosa che ci auguriamo è che lo trattino bene. A noi subacquei la musica piace, magari le ninne nanne del mare in bonaccia sono un po’ soporifere (motivo per il quale sembriamo tutti belli rilassati… è effetto camomilla all’ennesima potenza in realtà!) però ci troviamo bene. Insomma, se lo lasciavate ai cannolicchi flautisti lo trattavamo bene. (Sì, lo so, voi avete i mastri liutai, ma i cannolicchi esperti di strumenti sono soliti accordarli dopo aver soffiato nel loro guscio per controllar la nota, quindi noi abbiam i mastri flautisti. E che ci volete fare? In fin dei conti mica li mandiamo a spasso da voi a raccattar mini bipedi come faceva il musicista de Il flauto magico!) Insomma, sulla terra ferma il povero violino era finito dimenticato in una soffitta, sapete qui quanti concerti al chiar di luna avremmo fatto??? Questo per dire che a respirar fuori dall’acqua le priorità cambiano. E anche il modo di percepire le cose. Che ne so. Se c’è un falò su una spiaggia, una pentola e degli spaghetti, a me si accende una lampadina in testa che mi fa dire: attenzione, pericolo! E via! Chi mi rivede? Ecco, da voi è proprio dalla notte dei tempi che appena uno prova ad avvisare non ci fate caso. Ma in generale: alla prima affermazione partono gli Yeeeeee e i Buuuuu. Dai tempi di Laocoonte proprio. Cioè, uno dice: “Temo i Greci anche quando portano i doni” e gli altri rispondono allegramente: ok, beviti un Martini altrimenti no party (sì, lo so, voi la conoscevate in modo un po’ diverso, ma quella era la riscrittura successiva: non c’è ancora Clooney a far da testimonial e non volevano precorrere i tempi. Diciamo che si adattavano meglio i serpenti, anche perchè erano lungimiranti: ve lo immaginate che macello poi far statue con la bottiglia in mano?) Comunque, quella è una frase da ricordare. Avrebbe fatto bene a farsi un post-it pure Biancaneve, ma stava tutto il tempo a chiacchierare con gli usignoli e quelli si sa che sono un po’ volatili come memoria… Ecco, comunque, se un politico porta “in dono” la promessa di un aumento in busta paga, io fossi in voi un po’ le antenne le rizzerei. Anche perchè, diciamocelo: Letta è tutto fiero della nuova Legge, ok? Che non piaceva per nulla a Fassina. Ora si son parlati e il premier se ne salta fuori con “avanti pancia a terra“. Ehhh??? (Qui stiamo tutti con gli occhi stile pesce lesso da allora anche se siamo gusciati) Ma che vuol dire? Cioè, qui ognuno dà la sua opinione. Ovviamente le prime a prender la parola son state le anguille, che quando si parla di pancia a terra son sempre presenti. Per loro infatti significa che il programma del governo è quello di strisciare serenamente. Poi abbiam avuto i Pesci Angelo che sono i teologi del gruppo e han subito iniziato a disquisire che essendo sulla terra ferma allora è più giusto parlare di serpenti (che appunto, portano doni, e portano pure la mela… ma essendo politici italiani c’è da aspettarsi il bruco dentro, così, giusto per effetto sorpresa) Stranamente ha detto la sua anche il grande squalo bianco, che a sua volta ha un pensiero fisso. Dice che Letta è appena tornato dagli Usa quindi sicuro ha in testa i Marines… quindi andiamo in guerra? Beh, tanto pacifisti no, che pure con sta fissa degli F-35… Alla fine son riuscita a conoscere anche l’opinione di pesce mormora (ovviamente ci vuole un po’ per sentirla quando c’è baraonda, ma mica si chiama così perhè se ne va in giro a urlare!) Comunque, secondo lei è un modo per dire che si tengon bassi e cercan di passare inosservati che qui la Merkel tra un po’ frusta tutti quelli che non vivono un’esistenza di penitenza mista a dolore e con una spruzzata di noia (lei la chiama austerity, giusto per praticità) Io pure ho la mia idea. Visto che si chiama Legge di Stabilità, per evitare capitomboli (che stonerebbero più di me quando mi diletto negli acuti) uno sta direttamente steso e ha risolto il problema… Beh, certo, almeno finchè non incontra una buca!

cozza-news-serpente

Ma se Halloween è la notte horror… gli altri giorni che sono?

Oggi mi sono imbattuta in un gruppetto di orche vampire… Non mi han fatto molta paura perchè in effetti erano un po’ piccole. A volerla dire tutta non sembravano neanche tanto esangui e non avevano problemi a nuotare sotto il sole. Se proprio vogliamo essere più pignoli di una pigna perdevano pure un po’ di sugo di pomodorino per strada ed erano un po’ sbavate… Insomma, erano le prove generali degli scorfani per Halloween. Che qui la sentiamo molto come cosa. In genere organizziamo le nostre feste in qualche insenatura addobbata con reti da pesca, coltelloni e pentole: più horror di così non saprei! Ovviamente non mancano corone d’aglio e striscioni di peperoncino: se facciamo una cosa la facciam bene. E’ che alla fine con tutti i fantasmi dei pirati dei Sette mari che bazzicano qui non è che c’impressioniamo molto davanti a certe immagini… Comunque, a furia di vedere pinnati che ragionavano sul da farsi e come vestirsi (non vi dico i granchi quante vele stanno tagliando per dare a tutti la stoffa necessaria!) per forza mi è venuto da pensarci… Ho avuto un’idea cozzinamente geniale: mi vesto da pirata! Vi spiego, Scoglio ho deciso che lo travesto da galeone fantasma, tanto la stazza lo permette, a questo punto avevo due opzioni: o facevo la bella di turno (e già questa essendo io cozzina è una contraddizione in termini) e era scomoda la cosa perchè per farlo bene sarei dovuta basculare tutta la notte legata e imbavagliata, oppure optavo per cappellino e benda sull’occhio: non è difficile! Peccato che domani ho lezione con Aguglia per imparare a tirare di scherma, così riesco a calarmi nella parte, se no mi univo ai gamberetti ambientalisti che domani vanno a manifestare a Roma. Hanno organizzato un retro-corteo di tutto rispetto lungo il Tevere. Però ho sentito che tira una brutta onda e un po’ sono preoccupata, così ho preso da parte il mio amico IndietroTutta e gli ho suggerito che, nel caso incrociassero il gruppo Aragoste Rosse di Rabbia, deve fare l’indifferente e dire: “Ops, mi sa che ho ancorato in doppia fila” e sgusciar via più veloce di un delfino che fa a gara con un motoscafo. (Certo che a volte uno si spacca le lische per organizzare una festa horror quando basterebbe fare un salto in mondo bipede per farsi venire le scaglie bianche dalla paura… altro che spettri!) Che poi non capisco perchè non vadano sul sicuro e si rechino in visita ai pesci volanti che sono arrivati a Venezia (se ve lo state chiedendo, che lo so che voi fate domande strane a volte, no, non sono anguille che per Halloween si vestono da fatine e intanto testano le ali: son così di natura. E se continuate a farvi domande: no, non potete travestirli da pipistrelli e invitarli alle vostre feste!) Comunque so per certo che se domani trovassero Roma eccessivamente rumorosa per i loro gusti, i miei amici gamberetti, il gruppo dei retrocessi intendo, non ci tornerebbero tanto presto nella Capitale (tanto quella è Eterna, mica scappa anche se aspetti un paio di secoli) Sanno che dalla Storia c’è tutto da imparare. Comunque non demoralizzatevi: state imparando a farlo anche voi. Magari non tutti, ma degli astronomi ucraini sì. Infatti hanno scoperto un asteroide e dicono che potrebbe distruggere la Terra nel 2032. Però visto che l’anno scorso anche doveva essere la fine del mondo e non se n’è fatto nulla, hanno riflettuto bene e si son fatti due calcoli: i Maya han voluto fare le previsioni troppo in là nel tempo e non c’hanno fatto sta grande figura, allora loro intanto han messo tutti in allarme ma si son riservati di riparlarne nel 2028… Insomma, ho 15 anni di tempo per rispondere alla secolare domanda: ma se distrugge la Terra, l’Acqua dove finisce?

cozza-news-halloween

La vita è un gioco di trasparenze: ci si denuda… e si gettano veli pietosi!

Il problema della trasparenza è che è come il vetro: non ci fai caso, ti scordi che c’è e ci cozzi addosso. E fa pure male! Pensa un po’ ai pentastellati che ne hanno parlato talmente tanto che erano convinti bastasse e adesso s’è scoperto che metà di loro non ha messo il 730 in Internet... e per fortuna che è il popolo della rete! Se era il popolo della foresta dovevano trasferirsi per non inciderlo sugli alberi. Che ok, uno può pure pensare che in fin dei conti è pur sempre un 50%… Ma che girino di neurone che avete! E’ come se io avessi metà guscio: avete idea quante volte giocherei a tartaruga rovesciata che ogni volta deve chiedere a qualcuno di rigirarmi? E fortuna che ancora non girano con la maschera di V per Vendetta, tanto in Italia c’è chi fa pure quello: che è simpatica come cosa. Cioè, io capisco che vuoi far passare un messaggio… a me però arriva che non ci metti la faccia! Boh, son strana io… Peccato che, essendo Carollo un dj, non abbia detto “ve le suono”: insomma, la politica è già un po’ un casino, almeno se diventava una discoteca era divertente… A noi qui sotto piace un sacco ballare: giusto oggi dicevo a Scoglio che voglio iscrivermi a un corso di Can-Can, così, per imparare un ballo nuovo… metto un po’ di crinolina ai bordi e son a posto. L’unico problema è che ci son un sacco di sirene a seguire sti corsi e mi spaventa il fatto che se una mi centra con la coda mentre sgambetta faccio la fine di una pallina da golf e rischio di andare in buca nella bocca di qualche squalo… Beh, ammetto che però meglio gli squali pinnati che i bipedi… Quando c’è da sbranare qualcuno non se lo lasciano sfuggire. Poi mi sfugge sta cosa: ma perchè le femministe attaccano le studentesse che fan il calendario nude? Cioè, io al massimo direi che è un po’ scontata la cosa (e poi chiedetevi perchè i maglifici non trovano apprendisti: il problema è che ormai vige talmente tanto il motto nudo è bello che i giovani son previdenti: sanno che di sto passo non si vestirà più nessuno tra un po’!) E’ come quando ostriche fan lo sciopero della perla o i piccioni della posta. Cioè, vuoi farti notare ti metti nudo… E’ che ormai è talmente scontata come cosa che non se ne parla neanche più. Fatto sta che… ma proprio le femministe parlano? E chi l’ha lanciata la moda di seni al vento e via? Che poi pure questa è trasparenza… e qui ritorniamo alla questione base: ma è indispensabile come concetto? Cioè, almeno fare quel vedo non vedo (tipo le reti: se le facessero in fibra di vetro sapete che macello? Altro che pesca miracolosa, tocca dire addio a tutti i miei vicini di scoglio alla prima barca che passa!)… Giusto per allenare un po’ la fantasia. Per i pentastellati è lo stesso: uno si sbizzarrisce un po’ e gli fa i conti in tasca: male sicuro escono male! Son come quelli della Rai che dicono che non sono obbligati a mostrare i conti… potrebbero farlo ma non lo fanno… e ma non sono maliziosa io: son pozzi senza fondo loro! Che poi non è colpa della tv pubblica: cioè, l’hanno chiamata per anni “mamma Rai”, lei s’è abituata ad allattare i “figli” suoi, l’avessero chiamata “balia Rai” le cose stavano in modo diverso! Cioè, le parole sono importanti! Ne sa qualcosa pure la Pascale che ora è in subbuglio per le dichiarazioni della Bonev. E che ci volete fare: se vai con uno che sta nel centro del ciclone gli spruzzi ti arrivano. E insomma, con tutto quello che sta venendo fuori, almeno per loro era meglio il velo che copriva… Ma se calasse proprio il sipario???

cozza-news-trasparenza

Ma con la nuova Legge… stiamo stabilmente in alto mare?

Oggi all’alba me ne stavo a far quattro chiacchiere con due nuvolette che bighellonavano in cielo (lo so che avete la fissa per la meteorologia: devo mettere i doposcii o posso usare i tacchi? Posso fare a meno di truccarmi che tanto ho gli occhiali da sole o devo mettere il mascara waterproof? E così via…) Io preferisco chiedere direttamente a loro, tanto se avete un po’ di pazienza vi dicono se han in programma un rain party sopra il vostro ciuffo o se fan i batuffolini bianchi di cotone per ripulire la volta celeste dallo smog. Più che altro ero interessata per capire un po’ se dovevo lucidare il binocolo di Scoglio per guardar l’eclissi di luna questo week-end oppure non serviva che ci si metton loro in prima fila e coprono la visuale. Insomma, me ne stavo cozzinamente carina a segnarmi i giorni di doccia quando passa la mia amica Scoppiatrice. Lei come tutte le pannocchie di mare ha qualche problema di gestione della rabbia. Mica ho capito perchè abbiano tendenzialmente sempre la marea storta, fatto sta che son simpatiche ma bisogna prenderle con le pinze, infatti l’unca che conosco che riesce a gestirla senza problemi è Señorita Aragosta! Però devo ammettere che è pure divertente farla arrabbiare: prima si surriscalda e sembra un peperone, poi esplode proprio stile pop-corn (mica sono le nostre addette ai fuochi d’artificio per nulla: Hulk mica li aveva sti effetti speciali!) Insomma, lei stava tornando dal fare la sua seduta di galleggiamento rilassante (polipetto massaggino dice che è un vero toccasana per loro, contano le stelle e ondeggiano per decontrarre le scaglie di guscio loro prima di tornare nelle loro tane: secondo me se prendessero più sole farebbero un carico di buonumore ma che vi posso dire?) e mi è venuta un’idea che secondo me mi è passata per osmosi dalla mia testa di roccia preferita tant’è geniale. Ma perchè non farlo fare anche ai bipedi? Che vero loro non si trasformano, al massimo diventano un po’ tinta melanzana in faccia, però poi sbottare sbottano. Ma così, giusto anche per usare i social in modo diverso. Altrimenti qui bisogna cambiar nome ai siti. Tipo “sfogo network” o “urla di gruppo”. Che magari molti han anche ragione, ma urlano talmente tanto che spaccano i timpani e nessuno li sente più. Poi se la prendono da pazzi. Oggi ad esempio Andrea Agnelli ha dato il suo personale benvenuto a Thohir in Italia ironizzando sugli scudetti cartone dell’Inter… Non l’avesse mai fatto! Putiferio! Come se i nerazzurri non dicessero mai nulla della Juve. Che poi qui si parla d’intere stagioni fa… come se io me la prendessi con un dattero di mare ripensando all’antichissima guerra dei 20 gusci… (ma che pensate! era un campionato che organizzavamo una volta tra conchigliati! poi hanno voluto prenderci parte anche i pinnati e abbiam dovuto cambiar nome) Comunque, alla fine se leggi tutti i commenti vedi che praticamente fan copia-incolla. Tipo che uno ha detto una cosa e parafrasando un po’ lo citano. E in questo devo ammettere che il M5S è stato di parola: i grillini hanno sempre detto che avrebbero portato in aula i cittadini (quelli con la “c” minuscola, che quella maiuscola ce l’hanno loro: la dimostrazione di come si gonfia l’ego appena uno si aggiudica una poltrona!) Infatti adesso non usano neanche più la testa loro, fan le citazioni. Per andar sul sicuro però prendono a modello Fo, che un Nobel ci sta bene, siamo anche nel periodo giusto… E sono pure onesti: perchè nessuno metta in discussione il fatto fan pure sentire le registrazioni in Aula! A questo punto però mi viene una domanda: ma allora pensano che l’italiano medio abbia la testa di Dario Fo? Perchè non si capisce come mai allora poi non riescano a inventarsi qualcosa di nuovo. Cioè, non nomi nuovi alla stessa storia: “ora pesco allegramente in tasca tua”… Dico qualcosa per evitare il solito andazzo. Ma la Legge di Stabilità non sembra anche a voi un castello di sabbia? A parte il fatto che sia destinata a collassare inevitabilmente su se stessa, ma che per erigere quello che voglion loro inevitabilmente devono scavare una buca da qualche parte… Ops, devo stare attenta a dove basculo: non vorrei finirci dentro! Insomma, per essere chiari… siamo stabilmente in alto mare!

cozza-news-facebook

Non sono strana: sono inversamente comprensibile!

Oggi ho avuto una giornata più piena di un calamaro ripieno che straborda! Tanto per iniziare ho dovuto aggiornare la cronaca mondiale, che non è mai una passeggiata. E’ che ieri sono arrivate le balenottere telegrafiste all’Elba e son rimaste un paio d’ore a sguazzare e lanciare messaggi. Spruzzo lungo, spruzzo breve, spruzzo breve, lungo lungo, breve lungo e così via. E in un paio d’ore se ne raccontano di cose che son capitate oltreoceano. Io da brava appassionata di pomodorini di mare sono rimasta colpita dalla povera Michelle che ha l’orto svaporato a causa shutdown. A parte qualche bipede gli unici giardinieri regolari che ci stan dietro sono degli scoiattoli e ora pure una volpe, però che ci volete fare: la codata se la cava relativamente bene quand’è tempo di vendemmia (ammesso che le viti non siano troppo alte, se no poverella anche lei, salta salta ma non ci arriva!) i mangianoccioline sono perfetti per il trasporto: schizzano via più rapidi di un pesce pilota sulla griglia di partenza! Per il resto non san bene che raccogliere, si capiscono meglio quando c’è il guscio! (Io infatti me ne tengo distante: ogni volta che no incrociato uno mi ha scosso per sentire che rumore facevo neanche fossi uno di quelli ovetti con la sorpresa dentro!) Comunque adesso telepatizzo con qualche amico di là e consiglio di mandarli tutti a lezione da Gary Miller: se è riuscito a far crescere una zucca da 900 kg qualcosa ne saprà pure. Comunque a sentir parlare della moglie del presidente americano che pensa all’agricoltura penso che su queste cose gli americani sono un giro di boa più avanti: mica puoi dire a uno di loro che son braccia rubate all’agricoltura, perchè si bilanciano in famiglia. Insomma, è una cosa seria, mica come in Italia dove il ministro dell’Agricoltura è convinto che la lontra sia un uccello… Ma il problema in Italia è che i politici amano eccessivamente il loro lavoro: se lo vogliono sposare proprio. Il che va bene, mica scuoto ciuffo per questo. Il problema è che all’interno di ogni gruppo s’innamorano tutti di una cosa. Che so, nel Pdl tutti di Berlusconi e cercano di tagliarsi la testa a vicenda per stargli più vicino, nel Pd della carica di Segretario e si fan gli sgambetti a vicenda. Peggio di due spose che arrivano all’altare e si trovano con un unico uomo che le attende! E’ che poi se tutti si accapigliano per forza l’oggetto del desiderio resta in mutande: non fa più nulla nessuno. Vabbeh, in Italia ci si finisce tutti. Pure chi è vestito adesso fa lo strip tease in strada: e poi dicono che è perchè non hanno nulla da nascondere e allo stesso modo i politici non dovrebbero fare il voto segreto. E’ che non s’è capito perchè in Italia nessuno riesca più a manifestare vestito: ma adesso che arriva il freddo mandate anche le proteste in letargo? Comunque anche qui capita di accapigliarsi, anche se in genere di mezzo c’è sempre qualcuno che viene dalla terraferma. Tipo oggi, Scoglio che adora aver sempre le roccette in movimento ha deciso che voleva fare come il tipo che ha costruito un parco giochi tutto a mano. Il bipede c’ha messo 40 anni, lo capite anche voi che uno abituato che sopporta tutte le mie maree la pazienza l’esaurisce con le mie cozzate quotidiane quindi non ci pensa a farmi tutte le giostre, però mi ha montato una stupenda altalena. Al che ho invitato pure Boccetto, Meow e Polpetta a provarla. (Sì, lo so, non riuscite a capire come si faccia ad andare tutti d’accordo: semplice, lingue diverse, non ci capiam proprio benissimo quindi ognuno intende a modo suo e non fa arrabbiare gli altri tanto da litigare. Se no ci limitiam a fare invece che a parlare: e che ci vuole! Qui stiam in mare o in spiaggia in fin dei conti, mica al Parlamento!) Insomma: prima volta che per poco non ci spinniamo-scodiamo-sciuffiamo a vicenda! E’ che mica potevamo averne 4 di altalene: e chi spinge? Comunque alla fine ci siamo ricordati che mica ci sposavamo il seggiolino quindi ci siam alternati. Comunque è stato simpatico che abbiam chiarito subito: in fin dei conti la vita è come un film… Solo che non riesco a spiegarlo a voi bipedi: ogni volta che questionate su qualcosa bisogna aspettare sempre le puntate successive tipo soap opera… Ma poi le fate scoppiare le bolle???

cozza-news-giocare

Ma TRISE, è TRISTE senza T?

Certo che questa cosa della TRISE suona davvero male. Peggio di quando cammini sulla spiaggia e trovi una di quelle conchiglie che ti fan assistere in diretta a qualche litigio … Sospetto non lo sappiate, ma quelle che voi pensiate siano fatte apposta per far ascoltare a voi il rumore del mare, in realtà sono le nostre ricetrasmittenti (mica potevamo fare una scatoletta nera, non si confonde nel panorama!) e a seconda di quella che beccate seguite in diretta una qualche conversazione. Ovviamente le stazioni da cui trasmettono sono definite. Non è che qui abbiamo un Grande Tritone come Zuckerberg che infiocina i fatti nostri e se li rivende… In genere prendiam alcune grotte e le adattiamo a sala conchi-grafica. Poi a seconda dell’onda che tira andiamo a registrar qualcosa. In genere vi va bene perchè ci vanno le sirene (loro adorano mettersi quelle cuffiette in testa e andar giù di canzoni, per me non c’è nulla di più scomodo perchè su guscio scivolano ovunque e mi ritrovo sempre un’estremità in un occhio. Ogni volta che Sco’ mi vede con uno arrossato capisce subito dove sono stata…) Ecco, fatto sta che quando due triglie litigano in genere trasmettono tutto perchè poi vogliono capire chi delle due ha ragione. E se le ascoltate stridono tantissimo… Ecco, questa TRISE mi suona peggio di così. Ma peggio pure del sibilo di pesce ventosa quando non si vuol staccare da uno specchio d’acqua e fa tutto il risucchio… Una cosa mi è chiara: i politici di matematica ne capiscono zero, ma di vasi comunicanti tantissimo: pesca pesca pesca ancora da un lato che fuoriesce dall’altro! Infatti giocano a squalo mangiatutto con i soldi altrui nel mare generale e poi li sputacchiano fuori nei laghetti privatissimi loro. E’ che poi non si mettono mai a provare a fregare le uova a qualche pesce martello esempio, perchè lo sanno che quello picchia forte poi. Vanno dai branchetti di pensionati o “speriamo che io mi pensiono“, da quelli della pubblica amministrazione (e si parla anche qui dei pesci rossi innocenti che hanno già mangime contatissimo) e così via… E poi? E poi danno ad Alitalia… Sta a vedere che non hanno ancora capito che i desideri si esprimono quando cade una stella, no quando si schianta una compagnia! Ma pure alla Rai… qui si parla di cifre assurde a Fazio e Crozza… e ok, possono pure dire che loro fanno guadagnare l’azienda. Ma calare solo un pochetto? Tipo quello che resta lo usi per mandare a scuola di recitazione gli attori delle mini serie? Comunque adesso a furia di polemiche sembra che Crozza salti con la Rai… ogni tanto capita anche che i produttori ascoltino il pubblico (ogni molto tanto, tipo quando sentono le urla da vicino e non 20mila lege sotto i mari) Infatti pure l’Universal adesso cambia il protagonista di 50 Sfumature di Grigio… la maggior parte dei fan della saga infatti chiedono Ian Somerhalder. Che poi è il vampiro di The Vampire Diaries. Non c’è niente da fare: passati anni dai libri della Meyer, ma i succhiasangue vanno ancora di moda… E non è che uno si meraviglia troppo: meglio loro dei succhiasoldi! Almeno non ti riducono a zombies!

cozza-news-trise

Ci arriveremo mai alla pensione? Per sicurezza… meglio stare bene ora!

Oggi mi sento molto cool… e anche un po’ hot! E vi assicuro che non sono diventata schizzofrenica e mi son convinta di essere un’ostrichetta, nè mi son svegliata gusciocentrica. Nonostate ieri sia stata sull’Isola che non C’è non ho neanche lo specchio di Malefica che mi dica che sono la più bella del mare… E’ solo che sono particolarmente metereopatica. A distanza proprio. Quindi solo a sentir dire che c’è stata la prima nevicata ho iniziato a sentire talmente tanto freddo che… mi è venuto un febbrone da lessarsi. E non serve neanche provare a surgelarmi in questi casi! L’unica è che Scoglio chiami al volo Madame Medusa e la metta a cucirmi un copri-guscio (che è fatto d’alghe filate, quindi non ci arriva da un inverno all’altro, si biodegrada prima: mica penserete che riutilizzi quelli della scorsa stagione! Avete idea di che succede a tenerli sotto sale in piena estate???) Con cappuccio, che mica mi si può gelar ciuffo! Quindi oggi va così… un po’ gelo un po’ bollore… Però ammetto che dopo che mi sono imbacuccata ben bene le cose sono andate meglio, anche perchè ogni tanto mi piace cambiare look. Beh certo, ora sono un po’ limitata con i movimenti, ma è solo perchè Sco’ temeva mi scheggiassi a furia di far nacchera-nacchera per quanto tremavo che mi ha messo la sciarpa talmente stretta che son rimasta in apnea per alcuni minuti finchè un granchio di passaggio non me l’ha sfilacciata un po’. Fatto sta che ora ogni mezz’ora prova a infilzarmi con uno stuzzicadenti: dice che è per controllare il livello di cottura. Per fortuna è un po’ rocciosetto nei movimenti e riesco a sgusciar via prima. Secondo lui è un metodo infallibile. Sarà, ma preferisco non appurarlo! Comunque ho appurato che è vero quello che dice Laura Louise: se indossi un paio di tacchi vertiginosi nessuno nota che ti son caduti i capelli. Ok, io non saprei dove mettermi i tacchi, però se curi un po’ l’aspetto ti senti subito meglio. Anche per questo noi quando stiam male ci facciam fare copri-pinne e copri-gusci su misura. Infatti oggi tutti quelli che hanno pinneggiato in questa zona han fatto i complimenti per lo stile ma nessuno ha detto nulla degli occhi che non ne volevano sapere di avere un’aria intelligente. Ok, “qualcuno” (tipo la testa di roccia dove mi accozzolo) potrebbe dire che “mi si trova bene” perchè fondamentalmente non mi si vede… Il fatto è che l’importante è distrarsi un po’ e provare qualcosa di nuovo. Ma comunque fare sempre qualcosa che piaccia. Tanto che altro resta? Voglio dire: pensate a quelli che sono cresciuti concimando il cervello sui libri, hanno vissuto stressandosi in un lavoro che non amavano per 18 ore al giorno (ma pure una è di troppo se proprio non ci sguazzi bene in mezzo!) e una volta che sono arrivati ad arenarsi sulla pensione… hanno scoperto che qualche politico ha pensato bene che potevano continuare a stare in quella pozzanghera d’infelicità qualche anno in più o se no vedersi sparire buona parte dei soldi versati! Ma che vita-buco nell’acqua! A questo punto tanto vale fare qualcosa che piace, giusto perchè almeno resta il sogno di realizzare qualcosa di buono nella vita. Cioè: ma chi te lo fa fare di studiare una cosa che non ti piace se tanto lavoro non ce n’è di nessun tipo? E’ che c’è sta fissa di pensare al futuro quando lo sappiamo da secoli che “di doman non v’è certezza!” Sì, lo so, voi bipedi avete sta fissa del bicchiere che più che mezzo vuoto è proprio rovesciato e pensate che per me sia facile solo perchè io nell’acqua ci sto proprio in mezzo… E non lo dico solo io! Lo sa anche Malena che è fondamentale ballare nella vita! Che vi posso dire, c’è solo una precauzione da seguire: ok tutto quello che vi piace ma parlo di quelle piccole cose che vi fanno star bene, non serve impuntarsi a voler creare un impero televisivo, guidare una nazione e iniziare a vivere poi con le manie di persecuzione. Insomma… la morale è: quello che vi pare basta che non pestiate le pinne agli altri… Che poi non vi mettiate a fare come il coccodrillo lacrimoso o il Cavaliere disarcionato e finite con l’andare in giro a dire che vi vogliono far marcire in prigione!

cozza-news-cool