Certo che gli italiani quando ci si mettono…

Se c’è una cosa che sanno far bene gli italiani è picchiar duro. Intendiamoci, bipedi malfidati, sto parlando di attività agonistiche. Oggi Clemente Russo è diventato Campione del Mondo (ri-diventato dovrei dire. Anzi, lo specifico che se no qui qualche suo tifoso se la prende e mi spinna talmente forte che tra una settimana Scoglio deve andare a “Chi l’ha vista quella cozzaccia?” – non chiedetemi perchè, ma siamo le uniche subacque con il ciuffo talmente tanto sopra il pelo dell’acqua da riuscire a perderci anche in una pozzanghera – solo perchè sto ancora rotolando dalla botta…) E riflettevo… anche alle ultime Olimpiadi, gli azzurri sono andati a medaglia quando si è trattato di boxare, sparare, spadare (sì, lo so, si dice tirar di scherma o fioretto, ma mi si rompeva l’equilibrio e io sono un esserino molto equilibrato: infatti gioco a dondola dondola sono per trovare la posizione perfetta!) Ma che è sta cosa? Cioè, non è che se la cavino male anche in qualche altra disciplina, però se ha a che fare con un qualche aspetto violento viene meglio. Sì, ok, mica la Vezzali incide le V sugli avversari (anche perchè probabilmente il primo pensiero di uno che non ha visto l’incontro sarebbe: “Ops, son tornati i Visitors???) nè la Rossi prende di mira qualcuno, però… provate a far due chiacchiere con D’Artagnan o qualche anatra e vediam che ne pensano di lame e mirini… Da quando fan meno falli i calciatori pure la Nazionale è uscita dal Ranking: ma guarda te se neanche più prendere a calci una palla deve riuscir bene… Ecco, quindi mi chiedevo “chissà come mai sta cosa…” Che poi un pochetto irruenti voi bipedi lo siete pure, chiedetelo a Gasparri! Si è ritrovato ad essere spintonato da una donna… che dev’essere stata proprio una furia visto che il politico se l’è data a gambe levate. Che poi in Italia è un fuggi fuggi generale peggio che quando Squalo Bianco se ne salta fuori dicendo “ho un leggero languorino”. Il problema è che una volta c’era Ambrogio pronto a passargli cioccolatini, poi un giorno quel denti affilati che non è altro se l’è presa perchè nei suoi non c’erano mai i bigliettini con le frasi e a farne le spese è stata proprio la povera razza (e se non porta bene il vassoio lei, chi?) Cioè, tra grillini che fuggono dal movimento, Alfano che fugge da Berlusconi, Renzi che rifugge dalla vecchia idea di Pd… qui più che governo delle Larghe Intese c’è il Governo Puzzle… e non c’è un pezzo che sia al posto giusto! Comunque riguardo ad Angelino c’è da dire che si sta avviando sulla strada dell’allievo che supera il maestro: intanto ha imparato a snocciolare ricatti vari e lanciar minacce. Qui Berlusconi era talmente impegnato a star con il naso per aria a seguir gli svolazzamenti di falchi e colombe che non s’è accorto della serpe in seno… (capito perchè poi a me ripetono sempre “attenta a dove parcheggi guscio?”: uno non sa mai che può succedere 3 millimetri sotto il naso!) Comunque non è che le stoccate arrivino solo in politica, è proprio chi può apparire da qualche parte che le spara a raffica. Metti Mino Raiola che adesso attacca la stampa che inventa le notizie: ce l’ha con la storia del tutor di Balo e poi che i media stan troppo addosso al suo giocatore. Adesso, non è che un po’ non se le vada pure a cercare anche lui, però l’agente ha fatto un discorso più ingrovigliato del mio ciuffo quando vado controvento. Del tipo: se va avanti così lo porto via dall’Italia che qui è sotto assedio mediatico come a Manchester… Io non sarò ferratissima in geografia bipede però… per allontanarlo dai media dove lo porta? Lo iscrive al campionato intergalattico? Insomma, sto ragionamento è come quando qui c’è burrasca: il mare non fa una piega… è tutto increspatura!

cozza-news-boxe

Anche i politici per esistere… devono essere su Youtube

L’ho già detto che non sono un’esibizionista? Ecco, non lo sono. Infatti ho un blog ma non un canale Youtube. E quindi mi chiedo: ma esisto? Perchè a quanto pare se non finisci in qualche video non sei catalogato tra chi è in qualche modo degno di nota. (A parte che se finissi in video io farei disperare i truccatori che dovrebbero ricoprirmi di sabbia il guscio ad ogni parola per non farmi riflettere la luce…) Rifletteteci un attimo: tutto si basa sulle idee, però se non ti vedono in faccia vali meno di zero. Non ci credete? Alzi la mano chi è certo dell’esistenza di una sirena o del Mostro di Loch Ness (che poi mica capito perchè lo chiamate mostro, ha un musetto così simpatico!) Come volevasi dimostrare: se non ti vedono non esisti. E’ come per quell’essere mitologico che è lo sceneggiatore. Andate al cinema, vedete un film un oceano bello e per voi sta tutto negli attori. Poi magari in tv intervistano il regista allora iniziate a sospettare che oltre al cast ci sia pure qualcun altro, ma il ragionamento si ferma là. Qui da noi ragioniamo in modo un po’ diverso. Primo, perchè abbiamo un segnale un po’ ondeggiante, secondo, perchè ci fidiamo. Mi spiego. Se io oggi vedo una gallinella di mare che fa un cruciverba e lo finisce (ed è risaputo che non è proprio il pinnato più intellligente dell’universo, a meno che non sia padovana, che quelle frequentano tutte l’università) e lo racconto in giro, scatta la pinna ovation, non è che qualcuno non ci crede e chiede il video per vederlo. Per voi è proprio vedere per credere. Qualsiasi cosa diciate la provate con una foto sul cellulare oppure con un video in Youtube. Poi visto che siete abituati al fatto che se non vedete qualcosa non ci credete, vi fate pure gli autoscatti, tanto per sicurezza. Sai mai che vi siate confusi e non esistiate. Peggio di quando una balena si confonde e finisce col crescere in mezzo a un branco di sgombri: finchè non scopre che fa la fontanella non si rende conto di essere diversa. Devono vedervi in viso, non c’è nulla da fare. Lo stesso vale per i politici. Uno conosce a memoria tutti quelli che finiscono sempre in tv ma gli altri non hai idea di che partito siano. Non sei neanche più certo che esistano ancora. Tipo Monti. Ormai è diventato un animale mitologico anche lui. Non lo senti più nominare. Infatti non fa mai apparizioni. Secondo me il tutto è partito da quando si è presentato a La7 con il cagnolino e ha scoperto che davano più retta a lui… Non ne siete convinti? Ok, fuori i nomi dei grillini. A parte i capigruppo, gli altri non hai idea di chi siano. Pure i giornalisti non sanno mai se stanno intervistando un pentastellato o uno che è passato per sbaglio. (A proposito, ma Grillo e Casaleggio li han bocciati tutti? Ma non andavano a scuola per apparire poi in tv?). Visto che in qualche modo devono pur dimostrare di esistere, girano i video in Aula. Mai viste tante sedute del Parlamento come da quando sono arrivati loro. (Da noi al massimo c’è qualche alicetta che dipinge con la coda, solo che si ostinano a voler usare gli acquarelli e alla fine ti ritrovi quadri astratti con dietro la scritta: seduta n.ro… -chiaro che la scritta rimane perchè sono i calamari ad occuparsi degli schedari-) Fatto sta che ormai i politici hanno talmente fatto proprio il concetto che se non appari non conti, che ti arriva gente come Fasano che parte dalla sua poltrona per fare irruzione tra i banchi del Movimento 5 Stelle solo per essere certo di venir ripreso. (Anche perchè se non c’è confusione i pentastellati non pensano che sia interessante pubblicarlo. Se qualcuno dà addosso a loro è meglio così fan simpatia. Infatti ancora stanno cercando di capire chi pubblicava le foto di Crimi addormentato: appena lo scoprono il Gruppo Misto sicuro aumenta!)  Comunque Fasano ce l’ha fatta ed è finito in Youtube. Adesso che ha avuto i suoi 15 minuti di celebrità (Warhol docet) si può rimettere tranquillo: sappiamo tutti che è in Senato. Anche perchè qui si sta aspettando la sentenza di Berlusconi e non si sa se il governo regge o no, meglio farsi notare finchè si può. C’ha riflettuto anche il Pd e ha deciso che la riforma della legge elettorale è urgente… La prossima la chiamano Civetta per sfatare il mito che stanno brancolando nel buio?

cozza-news-apparire