Così si evolve la politica italiana: da “ce l’ho duro” a “ce li ho d’acciaio”

In California avranno pure avuto Arnold Schwarzenegger come governatore, ma per tutte le pinne degli oceani riuniti, in Italia c’è Letta e non c’è paragone: l’uomo dalle “balls of steels” batte Terminator! Qui hanno già iniziato a far le composizioni d’alghe per i cavallucci di mare allegorici per carnevale e stan tutti a dipingere le alghe d’argento per render bene il vostro premier, anche se un dubbio resta: ma i muscoli poi quando li sfodera. Comunque, noi ci vantiamo sempre della nostra evoluzione, voglio dire, eravam cosini minuscoli unicellulari e poi guardate a che razza d’impero abbiam dato vita. Pure il mondo lo sa che siamo un bel pezzo più avanti di voi, e infatti per lo più ci sono mondi sommersi. Questa volta arriva uno che praticamente nessuno ha mai sentito nominare (e ancora in tanti dicono Letta e pensano a Gianni) e in una manciata di mesi diventa bionico! Comunque dobbiamo dire che non è tutto tutto merito suo. Cioè, non è che si è inventato lui così. Fa parte dell’evoluzione del politico italiano. Praticamente ci sono i 50 gradi di forza. All’origine c’era Bossi che ce l’aveva duro, poi c’è stato Berlusconi con il Bunga Bunga, ora arriva Letta con i testicoli d’acciaio. Noi sapevamo che i bipedi di sesso maschile confrontavano la misura, ma a quanto pare adesso fan le prove di forza. Che la cosa fa anche riflettere, perchè uno si chiede pure: d’acciaio sì, ma diametro? Perchè ogni tanto gli attributi bisogna pure mostrarli! Maliziosi che siete! Ma che andate a pensare? Guardate che qui nel mondo immerso abbiam tutti pensieri all’acqua di sale, non sto dicendo che deve andarsene in giro a fare l’esibizionista! Parlavo a livello metaforico! Quello che più che altro fa riflettere è che lui può pure avere le sferette d’acciaio, ma l’impressione finora è che Berlusconi le abbia usate per giocarci a flipper! Ma visto che pure lui oggi si è preoccupato (anche perchè dicono che Bunga Bunga deriva da una statua che aveva ricevuto in dono, ora, se fan scontro diretto direi che l’acciaio è più resistente, quindi meglio non rischiare) e visto che non può dare al premier un ultimatum al giorno, che tanto ha capito che non serve per togliersi il governo di torno, ha pensato di scendere un gradino e dare l’aut aut al vicepremier! Il ragionamento è semplice: se Renzi passa alle primarie del Pd e si candida alle prossime elezioni, non è detto che lui stravinca come vuol convincere tutti, allora piuttosto che farsi di nuovo battere da uno di centrosinistra preferisce essere capo indiscusso di un partito. Insomma, uno arriva a una certa età ha bisogno pure di qualche certezza, oltre a quella di dover scontare una condanna intendo. (Che pure questa cosa mica l’ho capita: ma quando diamine inizia? E poi ci lamentiamo che han mandato ai domiciliari la Ligresti, e nessuno si rende conto che in realtà era un modo per rivitalizzare l’economia: infatti è andata subito a far shopping, sarà un modo per evitare il licenziamento a qualche commessa? Va’ a capire, avete i ragionamenti più ingarbugliati di ciuffo mio quando cannolicchio ci s’infila dentro per farmelo a boccolo!) Io comunque un consiglio per lui ce l’ho. E’ un’idea talmente geniale che ho dovuto attaccare una lampadina a pesce elettrico per averla così brillante. Deve dare l’ultimatum: o togliete l’Iva ai veterinari o faccio cadere il governo. Che poi adesso che ha Dudù dovrebbe essere un tema che lo tocca da vicino… senza contare che: ma dove s’è mai visto un cavaliere senza cavallo? Cioè, se lo fan decadere non possono neanche dire che è stato disarcionato: al massimo che gli han fatto lo sgambetto. Occhio però a non farlo nell’area piccola!

cozza-news-robot

Certo che gli italiani quando ci si mettono…

Se c’è una cosa che sanno far bene gli italiani è picchiar duro. Intendiamoci, bipedi malfidati, sto parlando di attività agonistiche. Oggi Clemente Russo è diventato Campione del Mondo (ri-diventato dovrei dire. Anzi, lo specifico che se no qui qualche suo tifoso se la prende e mi spinna talmente forte che tra una settimana Scoglio deve andare a “Chi l’ha vista quella cozzaccia?” – non chiedetemi perchè, ma siamo le uniche subacque con il ciuffo talmente tanto sopra il pelo dell’acqua da riuscire a perderci anche in una pozzanghera – solo perchè sto ancora rotolando dalla botta…) E riflettevo… anche alle ultime Olimpiadi, gli azzurri sono andati a medaglia quando si è trattato di boxare, sparare, spadare (sì, lo so, si dice tirar di scherma o fioretto, ma mi si rompeva l’equilibrio e io sono un esserino molto equilibrato: infatti gioco a dondola dondola sono per trovare la posizione perfetta!) Ma che è sta cosa? Cioè, non è che se la cavino male anche in qualche altra disciplina, però se ha a che fare con un qualche aspetto violento viene meglio. Sì, ok, mica la Vezzali incide le V sugli avversari (anche perchè probabilmente il primo pensiero di uno che non ha visto l’incontro sarebbe: “Ops, son tornati i Visitors???) nè la Rossi prende di mira qualcuno, però… provate a far due chiacchiere con D’Artagnan o qualche anatra e vediam che ne pensano di lame e mirini… Da quando fan meno falli i calciatori pure la Nazionale è uscita dal Ranking: ma guarda te se neanche più prendere a calci una palla deve riuscir bene… Ecco, quindi mi chiedevo “chissà come mai sta cosa…” Che poi un pochetto irruenti voi bipedi lo siete pure, chiedetelo a Gasparri! Si è ritrovato ad essere spintonato da una donna… che dev’essere stata proprio una furia visto che il politico se l’è data a gambe levate. Che poi in Italia è un fuggi fuggi generale peggio che quando Squalo Bianco se ne salta fuori dicendo “ho un leggero languorino”. Il problema è che una volta c’era Ambrogio pronto a passargli cioccolatini, poi un giorno quel denti affilati che non è altro se l’è presa perchè nei suoi non c’erano mai i bigliettini con le frasi e a farne le spese è stata proprio la povera razza (e se non porta bene il vassoio lei, chi?) Cioè, tra grillini che fuggono dal movimento, Alfano che fugge da Berlusconi, Renzi che rifugge dalla vecchia idea di Pd… qui più che governo delle Larghe Intese c’è il Governo Puzzle… e non c’è un pezzo che sia al posto giusto! Comunque riguardo ad Angelino c’è da dire che si sta avviando sulla strada dell’allievo che supera il maestro: intanto ha imparato a snocciolare ricatti vari e lanciar minacce. Qui Berlusconi era talmente impegnato a star con il naso per aria a seguir gli svolazzamenti di falchi e colombe che non s’è accorto della serpe in seno… (capito perchè poi a me ripetono sempre “attenta a dove parcheggi guscio?”: uno non sa mai che può succedere 3 millimetri sotto il naso!) Comunque non è che le stoccate arrivino solo in politica, è proprio chi può apparire da qualche parte che le spara a raffica. Metti Mino Raiola che adesso attacca la stampa che inventa le notizie: ce l’ha con la storia del tutor di Balo e poi che i media stan troppo addosso al suo giocatore. Adesso, non è che un po’ non se le vada pure a cercare anche lui, però l’agente ha fatto un discorso più ingrovigliato del mio ciuffo quando vado controvento. Del tipo: se va avanti così lo porto via dall’Italia che qui è sotto assedio mediatico come a Manchester… Io non sarò ferratissima in geografia bipede però… per allontanarlo dai media dove lo porta? Lo iscrive al campionato intergalattico? Insomma, sto ragionamento è come quando qui c’è burrasca: il mare non fa una piega… è tutto increspatura!

cozza-news-boxe

Perchè se all’estero i politici si autocrocefiggono, qui mettono al palo noi?

Quanto piace far casino ai bipedi italiani! Non c’è nulla da fare, appena possono improvvisare una sceneggiata napoletana raggiungono l’apice. Anche i leghisti: è l’unica occasione in cui non importa nord-sud, si strilla nello stesso modo. Intanto oggi, con il loro bello stipendio assicurato, sia Camera che Senato hanno sospeso le sedute (tanto che fretta c’è? Siamo in caduta libera, non è che si rischia di finire da qualche altra parte!) Però bisogna ammetterlo che in tutto questo sono molto up-to-date: una volta urlavano e basta, adesso organizzano veri e propri flash mob. Mancherebbe un po’ di musica forse, ma tanto se le suonano tra loro quindi non si sente troppo l’assenza… Oggi le mie cugine spagnole anche ne hanno improvvisato uno: si son messe tutte a galleggiare a guscio aperto per una manciata di secondi. Tutte mute. Relax totale. Se la sono goduta un sacco. Poi è arrivata un’ondaccia crudele che le ha fatte rotolare tutte per mezz’ora e rischiavano l’arresto per vagabondaggio, però intanto hanno fatto il loro show. Qui non possiamo. Solo in Spagna un parlamentare si auto crocefigge… Però sai che carino se anche da noi si mettessero tutti in punizione! E’ che qui se un politico prende la parola e invece di urlare contro l’universo mondo se ne resta in silenzio a testa bassa gli altri piuttosto lo scambiano per un bersaglio e gli tirano addosso le freccette! A parte tutto, se davvero per una volta lo facessero qui anche pesce palla farebbe la faccia da triglia: se passano quelli del WWF poi lanciano l’allarme che è successo chissà cosa che in mare ci son tutti pesci lessi! Che poi non è sbagliato: ma mordersi la lingua invece che sparar cozzinate? Pure Renzi ci si mette. Vuol togliere i diritti acquisiti tipo la pensione ma ancora non è riuscito a spiegare a Marino che deve smollare il posto per il parcheggio. Che poi io dico: ma avesse una super auto sto sindaco romano… una Panda, e pure rossa! Che fa pugno nell’occhio parcheggiato davanti Palazzo Madama. (Come dire che io mi parcheggio in mezzo a un gruppo di sirene…) Insomma, uno si spacca le pinne a lavorare tutta la vita e gli tolgono pure il letto d’insalata. Un altro si fa qualche vasca in Transatlantico e ha un posto dove gettar l’ancora a vita… Strano, molto strano. E’ come se i delfini che trainano la biga di madreperla di Tritone avessero diritto di precedenza agli incroci pure quando son fuori servizio… Il problema di fondo è che il toscano non riesce a far capire le basi al suo amico pedalatore le cose basilari poi chissà come fa a convincere tutti gli altri. Che poi è simpatica sta cosa che ha presentato il programma e se esce fuori con “questi soldi qui devi metterli là”. Praticamente ha riletto in chiave 2.0 la canzone di Salvi! E quello proprio di macchine parlava! Vedete che tutto torna? Un po’ come pesce volante che si prende pure una boccata d’aria ma sempre in acqua finisce poi (e per fortuna, se si spiaggiasse poi sarebbe un macello: devi prenderlo al lazo e farlo volare tipo aquilone, che quello in altri modi non si muove!) Ma un po’ anche come i democratici che pagano per candidarsi così poi se s’aggiudicano il posto li hanno tutti indietro con gli interessi… Alla faccia della sinistra, questi sono imprenditori di se stessi! Quello che non torna è la situazione di Telecom e Alitalia. Alla fine han deciso che entra Poste Italiane nella compagnia di bandiera. Per tutti i ricci di mare che non capiscono perchè con loro nessuno fa mai il castagnaccio, con la puntualità con cui arriva la posta se uno è un attimo logico si fa due calcoli e pensa: ma se per comunicare in modo rapido mando una mail, per visitare un posto mi passo una giornata in Street View? Pure Telecom però è una granello di sabbia che ti raschia sul guscio. Pure il Papa che è abituato a far telefonate poi deve convertirsi a Skype! “Ciao, sono Papa Francesco, mi aggiungi ai tuoi add?” Ma guardate, qui tutti lanciano appelli per una telefonata, quasi quasi mando un segnale di bolle anch’io… Come? Dite non si sente? Ma il silenzio dice molto di più…

cozza-news-silenzio

Ecco perchè con questi politici non si riesce a progredire! Svelato il mistero

Oggi mi son resa conto che siamo in pieno autunno. (Sì, ok, lo so che non ci vuole un genio? Ma che vi aspettate da me???) E visto che tra un po’ è tempo di pensare ai calendari e quest’anno sono più che decisa a far Cozza-Aprile mi son messa all’opera (ogni anno mi ritrovo a far il mese di agosto e mi sbattono a far cucù dalla finestra di un castello di sabbia con un mini secchiello in testa a mo’ di cappellino-anti-insolazione). Aprile mi piace che è “dolce dormire” e tu, invece d’impanarti di sabbia, puoi startene stesa sul guscio con un cuscinetto d’alghe sotto la testa. Dovete sapere che Cozza-Aprile lo fanno sempre fare a qualcuna del villaggio Erba di Mare, solo perchè hanno più confidenza con ste striscioline verdi. E io sono seriamente intenzionata a farmi un prato più bello del loro. Solo che per riuscirci devi davvero saper far di tutto con le alghe, quindi ho iniziato ad allenarmi giocando a liana. Basta trovarne un ciuffo di rampicanti e saltare dall’una all’altra. Solo che dopo un po’ uno va in automatico e neurone mio se non lo punzecchio sempre s’addormenta… tipo letargo proprio! Al che mi son messa a far blazare di palo in frasca anche lui. E sapete che ho scoperto? Che voi italiani siete gli unici bipedi che se toccate il fondo pur di non far la fatica di darvi la spinta vi costruite una pala e scavate. (Poi non ho mai capito se volete sbucare fuori dall’altra parte o sperate di trovare il petrolio, magari un giorno me lo spiegate…) Tipo il governo, pur di non trovare una soluzione sensata fosse una decide di tornare sui suoi passi per l’Imu. O forse no? Perchè non si capiscono bene neanche loro. Del resto hanno appena rifatto comunella (Mussolini a parte, ma tanto ce l’ha anche con Alfano, giusto per par condicio: colpiamoli tutti e non pensiamoci più!), non è simpatico ricominciare tutto il teatrino, anche perchè non cambia il copione e dopo un po’ annoia… Fatto sta che pur di non guardare oltre quel buco nero in cui si sono infilati stan là. Ecco, forse a guardare in modo un po’ diverso è Renzi, ma quello è il sangue toscano: è dal 1300 che han imparato a risbucar fuori “a riveder le stelle” (ecco, Dante era uno che ne sapeva e infatti l’hanno cacciato! Praticamente è tipo l’antenato dei cervelli in fuga!) Che poi lo dice anche l’Ocse che l’Italia ha la maglia nera per quel che riguarda le competenze alfabetiche, poi non è che ci possiamo meravigliare se non si capiscono tra di loro… In effetti è anche penultima in quelle matematiche. Al che si capisce tutta la crisi in cui ci si ritrova… E’ che poi qui c’è proprio chi rema contro. (Non è che lo faccio a posta a usare paragoni marinareschi, io parlerei anche di volare, decollare e cose così, ma lo capite anche voi che se pure Alitalia è rimasta a corto di carburante… ma dove vado? Almeno in acqua uno aspetta un’onda o una testuggine che traini!) Fatto sta che se tutta quest’estate tra albergatori e ristoratori si lamentavano del calo del turismo e l’Arena di Verona inizia a dire che i cantanti che non sono lirici devono presentare i progetti di allestimento molto prima del concerto, lo capite anche voi che stan bombardando l’economia per affondare la città. Cioè, è un po’ come il Motor Show di Bologna, son cose che richiamano il pubblico, visitatori, gente che da qualche parte deve pure alloggiare… Poi se si eliminano tutte queste cose non resta davvero che la tv. Solo che pure là son tutti un po’ Salomè e vanno in giro a chieder teste. Alla Rai vogliono su un vassoio quella di Fico, a Mediaset intanto han fatto saltare quella della Raffaele e dei due velini. Ma siete strani: prima a far tutte le lotte possibili immaginabili per fermare la violenza sulle donne, per la strumentalizzazione del corpo femminile ecc… Uno prova a mettere due cervelli femminili e due corpi maschili e fa flop, buco nell’acqua che sono arrivati gli schizzi fin qua. Per forza poi i carabinieri si ritrovano davanti a un ragazzo, in strada, che sguscia fuori dai suoi vestiti e non ci capiscono più nulla! I compari del bipede in questione sono fuggiti mentre i militari si chiedevano: “oddio, ma siamo finiti ai provini di Ricci?” Ecco, non preoccupatevi, si torna allo status quo anche in tv. Io di mio dopo tutto questo salta salta ho deciso che se dormo non piglierò pesci ma magari loro pigliano me e la cosa non è proprio sicurissima. Così me ne sono andata allo scoglio dove sta Raperonzolo (e fa le ferie anche lei, mica 365 giorni all’anno in una torre) e le ho chiesto se aveva visto pesce quattrocchi che è un amico suo: ho deciso che mi faccio prestare gli occhiali, mi prendo un po’ di libri e faccio Cozza-Settembre, che quella è sempre contenta di studiare. Magari alziamo pure un po’ la media dell’Ocse!

cozza-news-raperonzolo

L’importante non è non cadere… è farlo con stile!

Visto che queste sono ore frenetiche e per una povera cozza non è facile star dietro proprio proprio a tutto quello che succede (insomma, mi devo trascinar anche dietro guscio: non è proprio così facilmente gestibile la cosa. Poi ammetto che in compenso ha la sua utilità: almeno se qualcuno prova ad atterrarmi basta dondolare un po’ e mi rimetto col ciuffo nella giusta posizione!) ho pensato che era meglio accozzarmi da qualche parte (ovviamente su Scoglio che quando s’inizia con nubifragi e trombe d’aria non sai mai dove vai ad atterrare se ti pigliano!) perchè tanto gira e rigira sempre al punto di partenza tornano. Solo che dopo un po’ a non far nulla mi annoio. Così mi sono messa a giocare a ping-pong con il mio neurone. Al che viene naturale andare a colpire pensieri sparsi e metterli in relazione tra loro. E a un certo punto mi ha inondata una domanda: ma se quando hanno raddrizzato la Concordia si pensava che qualcuno l’avrebbe vista come la metafora dell’Italia che si risollevava, adesso che Nibali ha perso ai Mondiali di ciclismo di Firenze per una caduta che proprio non ci voleva, ci sarà chi lo leggerà come presagio del destino di Renzi? A me viene il sospetto che lui un attimo c’abbia pensato perchè se n’è stato zitto a rimuginare. Giusto oggi ha pubblicato in Facebook un post per spiegare che non ha intenzione di partecipare al festival-teatrino delle dichiarazioni. Ha anche detto che “la politica deve parlare meno e fare di più” spiegando che “Oggi sono intervenuto in Consiglio Comunale sui risultati amministrativi del mondiale di ciclismo (rastrelliere, strade asfaltate, piste ciclabili…”. Che significa che ha parlato di quello che è stato fatto… In effetti già che c’ero ho ampliato anche un po’ il ragionamento sulla Concordia: ok l’hanno rimessa in asse, però appena si stabilizza la spostano e la smantellano… Ecco, questa si che mi suona più plausibile come metafora: tante divisioni a pezzi sempre più piccoli… Comunque vi assicuro che non me le ha suggerite nessuno queste idee. Cioè, non ho letto gli appunti di D’Alema! Ma neanche gli ho suggerito cosa dire. In compenso ho avuto la riprova che non è vero che non guardo mai oltre i confini del guscio: son troppo lungimirante! Se n’è arrivato tutto tranquillo e primo ha iniziato a metter paletti alla vittoria di Renzi alle primarie e poi ha parlato di una costola del Pdl (con tanta pace di Darwin e della teoria evoluzionistica… infatti hanno dovuto riesumare Forza Italia e fargli il lifting 2.0… però ci sta come cosa: tra falchi, colombe e pitonesse un po’ Arca di Noè fa…) Comunque intanto tra tutte le dichiarazioni un fatto c’è: è scattato l’aumento dell’Iva. Che però a questo punto forse non è neanche il problema principale perchè dobbiamo pensare a Berlusconi: dice di non dormire da 55 giorni. Ecco, la cosa è preoccupante perchè porta ad allucinazioni. Infatti ragionamenti un po’ strani li fa se non lo capiscono tanto neanche i suoi e pure Cicchitto prende le distanze. (Anche dal Quirinale hanno diramato una nota in cui si parla di “Delirante invenzione diffamatoria nei confronti di Giorgio Napolitano”) A questo punto io nei prossimi giorni mi aspetto solo che stili le regole del Berlusconi-Fight Club: prima regola del Berlusconi-Fight Club, non si parla di condanna a Berlusconi; seconda regola del Berlusconi-Fight Club, non si parla di condanna Berlusconi…

cozza-news-ribaltone

Avviso ai politici: non incagliatevi sulle passerelle!

Io credo che se c’è un tempo per ogni cosa ci sarà pure un luogo per tutto. Voglio dire, non mi metto ad abbronzarmi in una grotta (a meno che non sia una ricca di plancton fosforescente, che allora esci di un simpatico color blu, tipo una cozza-puffo insomma!) e non faccio surf in spiaggia. Prendete anche quel simpatico cavallo che è salito su un tetto. Ok che ha preso spunto dal professor Keating de L’attimo fuggente e non avendo a disposizione una cattedra s’è arrampicato su una casa per cambiare prospettiva, però hanno subito provveduto a farlo scendere (anche perchè, voglio dire, i paraocchi li hanno creati proprio per lui, un motivo ci sarà: non vogliono si guardi troppo in giro oppure si rende conto che il suo destino è trotterellare quando gira a lui dove gli pare).  Spesso magari i posti “adatti” sono considerati tali perchè qualcuno l’ha deciso. Tipo acqua per pesci e barche e cielo per uccelli e aerei. Motivo per il quale non si vedono asini che volano: per loro c’è divieto d’accesso (a meno che non si travestano da bipedi e salgano in aereo…) Comunque, se c’è un posto per ogni cosa vorrei capire come c’è finita la politica sulle passerelle. Le Larghe intese son peggio che colabrodo e non riescono a gestirsi neanche all’interno di uno stesso partito, figuriamoci pensare a un’intero Paese. Visto la situazione più instabile di una nave che ha scordato di gettar l’ancora, non meraviglia che la politica sia scesa in strada. Ci sta. (Anche perchè secondo me a star sempre chiusa in un’Aula dopo un po’ l’aria diventa viziata, manca ossigeno e l’effetto è quello che riescono a combinare: talmente confusi che per votare fanno i pianisti perchè non sanno più qual’è il loro pulsante…) però dalla piazza a una sfilata ce ne vuole, ma anche di fantasia! C’è questo stilista che ha fatto sfilare i bikini con la scritta “We Want Renzi”. A parte che se uno volesse chiamare un nuovo gruppo “Partito di quelli che pensano che si stava meglio quando si stava peggio e il mondo è bello perchè è vario” avrebbe bisogno di una squadra di cheerleaders per far campagna elettorale… Però dico io, ma sta pubblicità progresso inverso come gli è venuta? Ma quasi quasi meglio Letta che (non) si scrive in fronte Jo Condor! Almeno te lo dice in faccia e non alle (sue) spalle! Speriamo almeno che Renzi si dissoci da tutto questo, che già in Toscana con queste pubblicità hanno i loro bei problemi per il manifesto per il settimo centenario del Boccaccio! Altro che spina nel fianco: questa è una famiglia di ricci di mare che si offre come lettino in stile fachiro!  Ed è già andata bene che le tre modelle in questione se la cavano meglio sul palco rispetto a Epifani, che se si spadellavano a terra anche loro non era un buon segnale per nulla… Qui viene davvero voglia di fare il (cozza)cervello in fuga: peccato che se i grillini mi cambiano la cartina dell’Europa non so più dove andare a ormeggiare!

cozza-news-moda

Ma se Renzi asfalta il Pdl… risolviamo il problema della disoccupazione?

Mi sembrava una cosa carina fare qualcosa assieme a Scoglio oggi. Tipo che tra una cosa e l’altra non si riesce mai a boccheggiare in santa pace di quello che ci frulla nella testolina e quindi perchè non fare qualcosa assieme? E’ che non è proprio semplice. Voglio dire: avete idea di quanto sia difficile per una roccia andarsene per strada senza che qualcuno la fermi per provare a strappargli quel fungo che ha in testa? (Ma solo perchè ho preso un ombrellone rosso a pois bianchi tutte ste storie? Neanche assomigliasse a un porcino!) E poi con tutte queste barriere architettoniche non è per nulla facile. Prendete solo a Venezia che è tutto un ponte. E per i canali mica ce lo porto, che c’è troppo traffico e lui non è abituato. E poi è un macello che trovi i pesci lavaguscio anche là: appena ti fermi per capire dove svoltare arrivano e t’insudiciano tutto solo per poi spinnarti fino a farti brillare. E che, ma secondo voi io esco incrostata d’alghe? Sentito quelli di Padova che si sono pure azzuffati tra loro: se ti ritrovi in mezzo ti arrivano di quelle codate che basculi talmente a lungo che ti arrestano per vagabondaggio. Comunque, per tornare alla nostra uscita. Venezia scartata perchè non è percorribile. Alternativa, visto che siamo dei golosoni, era andare a prendere qualcosa di dolce. Solo che a quel punto è sorto un altro problema: non puoi mangiare stando fermo. Mica lo dico io. L’hanno detto a Parma dove hanno pure multato due ragazzetti. Forse pensano che se cammini bruci calorie e quindi non ingrassi neanche se fai un’abbuffatona al giorno. Praticamente hanno trovato il modo per combattere l’obesità! Che poi c’è questo accanimento dei vigili ultimamente: dove posson metter multe lo fanno. Colpa che tocca far lo sconto per le multe agli automobilisti e da qualche parte devono pure rimediare. Tipo che dan mille euro di multa se scrivi male l’orario in vetrina. Alla fine io e Sco’ ci siam presi delle cupcakes e ce ne siam tornati in spiaggia nostra, così ce le siam gustate al tramonto. Era un po’ dispiaciuto che non poteva girovagare un po’ ma l’ho tranquillizzato: tanto adesso Renzi asfalta tutto. Cioè, prima parla di ecosostenibilità, poi rottama chiunque, ora si è dato all’inquinamento libero. Mi sa che è l’unico che pensa che vincere le elezioni sia una traghettata tranquilla! Però di una cosa gli dobbiam dare atto: se asfalta tutto risolve pure il problema della disoccupazione: prima ho visto un gruppo di testuggini con tanto di caschetto in testa che se ne sgambettava allegramente in direzione dell’Arno: dicono che in zona stanno costruendo castelli in aria…

cozza-news-cupcakes

Fine del mondo in vista… come se non avessimo già abbastanza problemi!

Ma se chi va con lo zoppo impara a zoppicare, chi sta con uno che ha fatto flop impara a floppare? Me lo chiedevo perchè se io fossi Cuperlo dopo le dichiarazioni di Bersani di oggi mi preoccuperei un bel po’. Voglio dire, parla di stessi punti di vista per quel che riguarda il Pd, ma mica mi sembra che alle ultime elezioni ci sia stata proprio la standing ovation… ai democratici è pure toccato allearsi con un partito il cui leader adesso voglion far decadere in tutti i modi… Che poi interessante che parlino di trasparenza per un voto che dovrebbe restare segreto… proprio loro che avevano i franchi tiratori alle elezioni del Presidente. Insomma, questi son più confusi di un pesce bomba sballottato dalla tempesta. C’è pure Letta (che si ritrova a fare il premier senza che nessuno l’abbia mai votato) che cerca di raggranellare simpatie un po’ ovunque. C’ha provato a pescarne anche alla festa dell’Udc ma il primo tentativo è stato un vero e proprio buco nell’acqua: cose che s’inabissa da solo! Insomma, saltarsene fuori con un “Quando andavo a scuola io negli anni ’70 eravamo tutti bianchi, direi quasi ariani” non suona benissimo per un democrat e anche se non ha voluto fare riferimenti a teorie della razza a me onestamente è venuto da giocare a nacchere con il guscio da quanto tremavo: insomma, sarà che qui sotto siam da sempre tutti variopinti, ma sentir parlare di bimbi tutti palliducci e magari un po’ gracilini mi fa venir voglia di urlare: “ma mandali fuori a giocare!” Comunque forse poi qualcuno gliel’ha fatto notare e lui ha rigettato la lenza con il racconto di “una notte da sconosciuto“: ma che, a voi fa simpatia uno che alloggia in un albergo dove poi la mattina portano la mega colazione extralusso? Cioè, poi si auto-dà dello sfigato, ma io direi che ha proprio il sonar tarato male per attirare simpatia. Che so, racconta di una volta in cui eri andato a pesca ma lo sgombro era talmente divertente che l’hai lasciato andare. Qui davvero stan tutti a pettinar le alghe in cerca delle cose più assurde da dire! Fortuna adesso pensano di spedire Berlusconi in Estonia (non gli va neanche male, pensate se lo schiaffavano in Siberia!): ci sono già gli orsi bianchi che guardano per aria in attesa di veder passare l’aereo con lo striscione: “Forza Estonia”… pensate che colpaccio: lui prova a salvarsi politicamente e i fedelissimi (tra politici, falchi e colombe, esercito e quei famosi 10 milioni) lo seguono: abbiamo risolto il problema dell’occupazione, liberato poltrone e pure svuotato il cielo da un po’ di volatili (che son pericolossisimi a volte! Chiedetelo a quelli dell’aereo dove uno voleva fare il nido nel motore!) E’ che poi se non fai affidamento sui politici pensi di poter prestar fede almeno agli scienziati, ma quelli se ne saltano fuori che Stonehenge non era un sito per venerare il solstizio… solo che adesso non san trovare spiegazioni. Cioè, nel senso che non sanno che cercare in Google? Perchè qui lo sappiam tutti che è un punto energetico: sta a vedere che ste teste di polipo si son trasformate in testine d’acciuga! Speriamo almeno che quelli che devono salvare il mondo dalla sua distruzione (ancora? ma non ce l’eravamo scampata con i Maya un anno fa?) siano un attimo più concludenti. Comunque non mi preoccuperei molto: da brava razza aliena me ne torno al mio Paese: è la volta buona che presento Scoglio in famiglia!

cozza-news-finedelmondo

I politici preferiscono il futuro al presente: fa meno male!

Io non ho capito perchè un sacco di scienziati a cui danno voce sono uomini. Voglio dire, prendete quello che ha detto che la vita sulla Terra è arrivata da Marte. E l’altra metà che arriva da Venere dove la mette? Che poi stiamo ancora a guardare indietro di millenni per capire da dove veniamo (che poi basterebbe chiedere al Pesce Faraone che quello di storia ne sa!) e nessuno che si domanda dove stiamo andando (a parte i catastrofisti che ancora non si sono ripresi dalla presunta fine del mondo del 21 dicembre scorso…) e soprattutto quanto ci costerà la benzina per arrivarci. Però oggi credo di aver finalmente capito perchè nessuno si concentra sul momento attuale. Avevo sempre sospettato i politici parlassero di un ipotetico futuro per distrarre tutti da quello che stanno combinando (tipo andare in giro per circoli esclusivi che tutto hanno fuorchè del democratico…) invece è perchè il presente picchia peggio di un Pesce Sciabola in vena di attaccar briga. Prendete quel politico spagnolo che ha pubblicato il video in Youtube: ecco, questo ti dimostra come certi politici son messi in croce dai problemi peggio che se avessero incrociato un Pesce Forca. Poi insomma, se la mettiam così, che a furia di situazioni più burrascose del Triangolo delle Bermuda la sera la testa gira peggio di un polpo che gioca a ruota, capiamo pure che chi ha in mano le sorti di una nazione ha bisogno di farsi una partita a poker online durante un dibattito (io pensavo fosse una maledizione che noi marini condividevamo solo con le farfalle, ma ogni giorno di più devo ammettere che quelli più bravi a farsi acchiappar dalla rete siete voi bipedi…) Comunque mentre gli Usa cercano di capire se fare il raid o no, in Italia sono tutti in fase “facciamo i teorici”. Ma non avete mai l’impressione che siano tutti più intellettuali di Rombo Quattrocchi? Dovete sapere che lui è un anti-pratica incredibile. Ha pure la forma geometrica giusto per non farsi confondere con che ne so, Pesce Sega o Martello, che quelli sono sempre disposti a faticare un po’… Ecco, in Italia ne dicono talmente tante che per non scordarsele poi prendono appunti e se li scordano pure in giro. Per essere sicuri di poter continuare a parlare organizzano anche feste ovunque, così ognuno interviene dove gli pare e può dire la sua. Tipo quelle del Pd: ma ce n’è una al giorno? A me va benissimo, mi piace quando ci si riunisce tutti e si ride un po’. L’unica cosa che mi chiedo è: ma che stanno festeggiando? Io le chiamerei: “Chissà il Pd non affondi” o “Incrociamo le pinne che non si scateni la tempesta in transatlantico”. Che poi ti arriva Veltroni e se ne salta fuori a dire che spera che Renzi spieghi “la sua intenzione politica nella maniera più chiara e più inequivoca possibile, così chi sta con lui non lo faccia per calcoli, ma solo per piena convinzione, perché ne condivide la linea”. Ma le idee di Matteo son più splendenti di un paguro che s’è lucidato il guscio, basta farsi una vasca per Firenze per capirle! E’ che neanche se fanno un murales con lo scotch per spiegare le cose gli altri ascoltano: son troppo impegnati ad andare avanti per le loro strade. Comunque ora che ho nominato il guscio di Paguro mi viene in mente che Scoglio voleva mi facessi un bel bagno che dice so un po’ di salmastro… (E qui non piove, non riesco a farmi una doccia, mica è colpa mia!) Vado a farmi un giro in lavastoviglie che han pure messo il brillantante… Se non mi vedete tra un po’ però cercatemi: spero di non cozzare contro una di quelle della Bosch che invece di lavare fanno falò!

cozza-news-ricercati

L’estate dei desideri… impossibili!

Non c’è nulla come un po’ di tempo alla Spa per ritemprarsi dai bagordi del Ferragosto. Io di mio ho una predilezione per macerarmi in una vellutata di zucca. Mi ci sposo benissimo. Anche perchè mi ci confondo dentro e nessuno viene a bussar su guscio tanto pensano non sia in casa. Così oggi me ne stavo a godermi questo clima perfetto da quasi fine estate e lo ammetto, in mezzo a tutto quest’arancione mi sono anche un po’ appisolata. Solo che quel neurone dispettoso che gira in testa non ne vuole sapere di fermarsi mai, quindi ha continuato a vagabondare per il cervello senza una direzione precisa e mi ha ridotto i pensieri peggio che una rete aggrovigliata dalla tempesta. Ok, forse me la son voluta come un sgombro che vuole salutare il vermicello attaccato all’amo… Qui non si ferma nessuno, mica si può rilassare un po’ una cozzina. Perchè quest’estate è più pazza di un pannocchia di mare che desidera diventare pop corn. Anche chi va in ferie non può mettersi alla griglia sotto il sole perchè appena ti distrai succede qualcosa. Prendi solo per esempio la Firem: manda in vacanza tutti e i proprietari continuano a lavorare indefessamente… per trasportare tutti i macchinari in Polonia! Capito perchè se anche dormo tengo sempre un occhio aperto? Mica è per paura di non pigliar pesci, è che qui si rischia che ti portino via scoglio da sotto guscio appena ti distrai. E addio sicurezza! Ma chi non si prende un attimo di tregua proprio è Berlusconi: mi è andata di traverso la zucca quando ho visto il cielo solcato dai suoi striscioni. E’ che è peggio di polipo quando gioca a Shanghai e non sa che cannolicchio pigliare. Chieder grazia: sì o no? E Napolitano come reagirebbe? E il Pd che farebbe? E se invece cedesse il posto? C’è una cosa però che dobbiamo ammettere: il PdL continua a dare un giro di boa al Pd. Prendete solo Rotondi che dichiara: “Tutto è possibile perché noi siamo di più di quelli di sinistra e, dunque, chiunque può provarci e riuscire a battere Renzi”. I democrat ancora non hanno deciso che fare di loro stessi e al centrodestra hanno già il candidato da battere. (Povero Civati, quanto ci dev’esser rimasto male! Ma su Pippo! Qui da noi sei sempre ben accolto, fatti un tuffo e non pensarci!) Ma che hanno il pesce palla premonitore? Tipo che lo squotono e gli appare sulle scaglie “sì-no-forse”? In mezzo a tutti questi dubbi amletici (e a un paio di cucchiate di vellutata andate di traverso)… ecco là! Un cavalluccio marino che si trainava dietro un’alga con la scritta Cozza for president… Ops! Mi ero abbioccata di nuovo!

cozza-news-elezioni