Cozza vs Crozza: 1-0!

L’avete mai vista una balena nascosta dietro la barriera corallina? Nenach’io! E non è tipo la storia dell’elefante che non si nota perchè è un campione a nascondino. E’ che Whally sghignazza come una pazza pensando che è la volta buona che riesce a vincere la Conchiglia Cup e si fa uscire gli spruzzetti dalla schiena. Tana per lei! Ce n’era solo una di balena che sembrava un Pesce Camaleonte tanto era brava. Solo che poi s’è mangiata Geppetto e quello le faceva falò nella pancia pensando che lo sfiatatoio fosse una canna fumaria: come fai a confonderti se ti traini addosso un comignolo? Insomma, oggi ho avuto una giornata da sudare più una fetta di melanzana sotto sale. Dovevo fare una prima selezione per la Nazionale Italo-Mediterranea e ora che i pesci sushi hanno appoggiato la proposta giapponese di introdurre nascondino alle Olimpiadi devo scovare anche i membri di quella squadra. Io metterei tre cannolicchi, tre pesci roccia e qualche dentice occhione che con quella vista vede pure attraverso gli scogli. Però dicono che le squadre devono essere equilibrate e quelli del Polo son per lo più pesi medi e massimi, quindi devo variare un po’. Insomma, all’ora di tramonto ero lessa e volevo andare a farmi un massaggio di olio di limone per sciogliere un po’ i muscoli del musetto (stateci voi tutto il giorno a soffiare un pesce fischietto!) E’ che la Spa ha riaperto la sezione scolastica così mi son trovata obbligata a farmi fare il ciuffo dai granchietti apprendisti. Morale: le rughe erano tutte belle distese (i calamari non se ne lasciano sfuggire una, hanno proprio tentacoli per ste cose) ma in testa avevo una specie di antenna ricoperta di gel d’alga che mi si poteva usare come freccetta in un torneo. Scoglio appena mi ha visto (a parte farsi venire i crampi a furia di ridere) mi ha piazzata in testa perchè ha detto che così la tv si vedeva meglio e non mi sono più potuta muovere. Fortuna che ha preparato gli spiedini d’alga e pomodorini di mare, almeno non son rotolata giù dalla fame. Fatto sta che mi son dovuta seguire il suo zapping invece che starmene a prendere la tintarella di luna. Non mi ha neanche fatto vedere la partita dell’Italia perchè è in sciopero-calcio da quando Higuain gli ha ferito il cugino con un tuffo mal riuscito (io ho ancora un dubbio: ma se un calciatore mette un piede in fallo, c’è da fidarsi poi in caso di rigore?) Comunque, sguazza e risguazza tra i canali, abbiam cozzato su Crozza! Ammetto che lui ha quella “r” in più rispetto a me, ti cambia la vita, però mi son presa una soddisfazione sul bipede della satira televisiva: l’ho fregato sul tempo! Ha fatto il riassunto di quello che è successo quest’estate perchè in effetti l’hanno mandato in ferie troppo presto (ma io l’avevo detto che i comici si rodevano come pannocchiette di mare che le trasmissioni terminavano prima del processo a Berlusconi!) e alla fine ha pure dovuto chiedere la grazia per Berlusconi: e per forza, adesso deve recuperare la vasca di vantaggio che mi son presa! Non preouccuparti Maurizio: per gli altri processi ti ha aspettato!

cozza-news-crozza

Per fortuna non sono una VIP… o sai che fatica!

Dovete sapere che non sempre il risveglio di una cozza è il momento migliore della giornata (quella volta che riescono a dormire un po’) Capita che un’onda voglia farti uno scherzo e ti schizzi oppure che una sirena ti si metta a fare i vocalizzi a portata d’orecchio o anche che un gambero t’investa (loro vanno all’indietro, e lo sapete anche voi, ma ignorate che non hanno gli specchietti retrovisori!) Questa mattina è stato meno traumatico ma non per questo meno impressionante. Per la coda del beccaccino! Di solito mi dimentico di aprire guscio e chiedo chi ha spento il sole, ma oggi era accecante! E mica mi trovavo nei pressi della Walkie Talkie Tower! Insomma, strizza gli occhi più e più volte, avevo paura di aver preso sonno in mezzo alla grotta dov’è nascosto il tesoro dei pirati! Ma che era tutto sto sbirlucchio? Alla fine sento la voce di Scoglio che bisbiglia (e già così mi trapassa i timpani che lui tutto sa fare, tranne modulare il volume): “tranquilla Cozzina, è solo un po’ di polvere di stelle”. Ah! Allora chiaro! Con tutte queste star che arrivano per la Mostra del Cinema ne è finita un po’ anche qui! Tutto chiaro! (Diciamocelo, non è che ce ne siano proprio tantissime, però poi ti arrivano i vippini nostrani che si tirano a lucido e perdono per strada un po’ di brillantini…) Al che mi è venuta l’illuminazione (che vista la situazione ci stava bene): ma quanto dev’essere stressante per loro fare queste apparizioni? Voglio dire: sorridi sorridi sorridi, saluta saluta saluta, firma firma firma. A me fan male tutte le grinzette facciali già per il tempo di dire “reef” per una foto quando m’imbatto in qualche documentarista! Pensate a questi poveracci (che saran anche personalità, ma sempre bipedi sono) che devono spennellarsi addosso un sorrisone anche quando le scarpe li stanno massacrando o hanno bisogno di andare in bagno e i fan non li lasciano passare! Per non parlare del fatto che mica possono uscir di casa con addosso la prima conchiglia che trovano. No! Devono presentarsi in giro precisi (che la classifica dei peggio vestiti è dietro la boa) oppure stupire a tutti i costi. Lady Gaga si è pure inventata di girare con un copricapo stile orecchie di Topolino… A me piacerebbe se lo trovassi con quelle di Dumbo che se vedo un pesce martello posso svolazzare via rapidamente (non lo so perchè, ma ogni volta che mi vede mi chiede se voglio andare a un incontro di boxe: mi vuole usare come gong!) Infatti poi non sai come far parlare di te quando sei in spiaggia: ti tocca iniziare a fare capriole o acrobazie varie (tutte rigorosamente testimoniate con video o foto) solo perchè non hanno ancora inventato un copricapo con una freccia luminosa in cima. Insomma, è una faticaccia sempre e comunque… Quasi quasi capisco che Miyazaki abbia deciso che “Si alza il vento” è il suo ultimo film… Però un po’ mi spiace: con tutta la sua passione per rincorrere il sogno e la magia mi piacciono proprio i suoi lavori… peccato preferisca gli aerei alle barche: mi sarei offerta come esperta!

cozza-news-celebrità

Per risolvere il problema delle pensioni… ci vorrebbero i supereroi!

Oggi è uno di quei giorni in cui mi prende la sindrome da supereroe. Il problema è che mi posso conciare come mi pare e piace, però mi riconoscono sempre. Una volta ho provato a girare per una settimana con gli occhiali. All’ottavo giorno me li son tolti e ho indossato un mantello rosso e blu con una S disegnata ma tutti mi hanno sgamata subito. In effetti c’è stato anche chi, come quella fissata di magia della Razza, mi ha chiesto come mai non giocavo più a Harry Potter… Fortuna che non mi ha detto che il mantello dell’invisibilità non dev’essere di quei colori chiassosi! Il fatto è che qui non è facile perchè siamo tutti degli ottimi osservatori. Ci confondiamo solo un po’ con il mare mosso, ma quello colpa dei riflessi. Mica come da voi in superficie che basta, appunto, entrare in una cabina e togliere gli occhiali oppure indossare una maschera e subito neanche tua madre ti riconosce. E che è? Come se cambiassero i lineamenti o le forme! Che poi voi bipedi ci giocate con queste cose, infatti poi con la scusa che bastano due ali per fare un pipistrello quando girate i film chi trovate come attore va bene. Il prossimo Batman sarà Ben Affleck… E qui ti viene da pensare a quanto schizofrenici sappiate essere a volte. Voglio dire: ma quando la trovate una vostra identità se continuate a sgusciare da un ruolo a un altro? Pure Ben, che mi piace come attore: recita, scrive e dirige… che farà da grande? Intanto gioca con i supercattivi… Ma dicevamo dello scarso spirito di osservazione… Siete talmente abituati a non far caso ai dettagli che pure un piccolo eroe quotidiano per far notare la sua presenza deve vestirsi da Power Ranger verde (ecco, quella è una tutina che non infilerò mai perchè più che eroina passerei per un’alga geneticamente modificata!) E’ il caso del ragazzo che dà una mano ai passeggeri di una metro di Tokyo. Tipo se vede una persona con dei pacchi l’aiuta a trasportarli, oppure sorregge un anziano… al che sarebbe comprensibile se si mettesse un caschetto, perchè chissà quante prima di abituarsi alla sua presenza l’hanno preso a borsettate temendo fosse un malintenzionato! Comunque a me gli eroi piacciono. Meglio se non sono troppo perfetti… Infatti quando mi prende la giornata eroica mi assicuro sempre di fare qualche gaffe, inciampare sul guscio e salutare tutti quelli che incontro col ciuffo. Così… tanto per non mostrarmi troppo impanata. Poi se indosso una qualche maschera Scoglio mi prepara sempre qualche barattolo di alghe da portarmi dietro. Dice che mi servono per rinforzarmi… E’ che lui stando sempre a guardare il mare è fissato con Braccio di Ferro, che volete farci? Comunque sapete che mi piace in particolar modo dei supereroi? Che non perdono tempo. Non stan a contare le perline sul fondo. Decidono di risolvere i problemi e lo fanno. Ecco, io nel vostro governo una manciata ne metterei dentro. Tanto per insegnare un po’ il senso della tempistica. Mai visto un mascherato che lascia la vittima sfracellarsi al suolo? Arrivano sempre in tempo… Tipo che se per la questione pensioni dovevano dare una risposta oggi… non parlavano di “vedremo a settembre“! Ora scusate ma devo rispondere a un’emergenza: una sirena ha un pesce pettine incastrato nella chioma! Na-na-na-na-nananaaaaaaaaa Cozzaaaaaaaaaaa!

cozza-news-batman