Letta tra Carosello… e lo spot per Bersani!

E’ più cristallino di un torrente di montagna che Letta naviga a vista. Lui va sempre avanti, verso il futuro… senza neanche controllare il meteo. Il problema di fondo è che quando prosegui sempre dritto non c’è nulla da fare: torni all’inizio, colpa della sfericità della Terra. Fosse piatta uno dice ok, qualche soffio di vento e prima o poi arriva al bordo, ma così non c’è speranza: per quanto si allontanino, tornano sempre. Te li ritrovi alle spalle. Il premier poi rema talmente veloce che sul passato ci arriva prima degli altri. Infatti oggi ha tirato fuori pure il Carosello. Per la serie parliamo ai giovani… Che fosse andato sulle cose note. Che ne so, prendi Calimero, magari qualcuno ha visto la pubblicità… Ma Jo Condor??? Almeno avesse scelto Picchiarello! Titti non poteva farlo perchè poi si sarebbero messi in fila a far Gatto Silvestro, però un premier che ammette di essere un cartone animato, praticamente, un fake, non s’è mai sentito! Qui da noi di campagne elettorali strane ne hanno fatte, come Polipone che assicurava avrebbe risolto ogni problema in tempo record perchè aveva i tentacoli multitasking… io l’avrei votato solo perchè a sentire una cosa del genere pensavo che avrebbe fatto tipo “politico in affitto”: tu lo chiamavi e ti preparava in due spinnate un discorso per qualsiasi evento… Poi Scoglio mi ha spiegato che il tentacoloso al massimo si poteva invitare in occasione di qualche festa che come fa il giocoliere lui con le patate bollenti non ce n’è… Comunque, qui con la scusa della pausa pubblicitaria-Carosello (poi non ditemi che questo bipede non è uno spot!) nessuno ha notato una cosa fondamentale: la fedeltà di Letta al partito. Meglio ancora, a Bersani! Sarà che lo smacchiatore-smacchiato si è già schierato contro Renzi quindi è un possibile alleato, fatto sta che… come fai a fare un programma “Destinazione Italia”??? Voglio dire, sì, ok, invogliare gli stranieri a investire in Italia (che poi se tutti i cervelli sono in fuga su che investono, teste vuote? Apriamo fabbriche di tamburi?) ma… chiami un nuovo progetto come quello del 2012 di Bersani? Cioè, ma qui il naufragio se lo cercano con tutto l’impegno possibile! Sì, ok, adesso hanno capito che in meno di una giornata raddrizzi anche la Concordia però non è che perchè si è fatto qualcosa mai tentato prima che allora devi bissare subito. Anche perchè hanno dovuto chiamare i saggi dall’estero per riuscirci… Lasciati a loro stessi ci scommetterei metà guscio che nello smaltimento probabilmente ci entra la mafia!

cozza-news-letta

Inizio a pensare che qui qualcuno si rivolgerà a San Siro…

Secondo me il jat lag dev’essere devastante. Non lo posso dire con certezza perchè ora che si passa da un continente all’altro a nuoto uno si abitua gradatamente luna dopo luna, però mi dà l’impressione che viaggia viaggia poi confondi giorno con notte e non capisci più se stai sognando o le cose capitano sul serio. (Poi magari hai anche qualche visione tipo squali che volano ma quello capita pure se incappi in un’alga allucinogena…) Fatto sta che poi i bipedi con quest’abitudine fanno delle affermazioni che ti vien voglia di strapparti il ciuffo estirpando i peletti a uno a uno con una chela di granchio. A me s’è spalancato guscio a sentire Pattinson che ha paura di morire a 27 anni. Ora, ognuno ha le sue paranoie. Pure a me ogni tanto s’infila in testa un pensiero con forma di riccio che mi punge ovunque in qualsiasi modo lo rigiri, però non mi son mai dondolata sull’idea di poter finire catturata in un acquario e obbligata a saltare nel cerchio! (Al massimo mi spaventa un po’ l’area 54, ma da brava razza aliena è un timore fondato…) Comunque, io capito che per tanti anni ha fatto il vampiro e si è talmente immedesimato col personaggio da convincersi di essere immortale (spero non al punto di andarsene in giro a mordere poveri animali sul collo, al massimo le mani a leggere le critiche…) però… c’è vita eterna e vita eterna! Cioè, Jim Morrison, Jimi Hendrix, Janis Joplin… questi li conosciamo pure noi e ci facciam i monumenti di sabbia nel pantheon sommerso che si trova alla quarta duna e due relitti a destra dopo le Colonne d’Ercole… Però, per tutti i tentacoli del calamaro che redige le liste delle STAR (Strane, Rare & Articolate Riflessioni), eran tutti musicisti, maledetti e pure discussi. Ora, capito che Pattinson suona, ma sempre attore è, patinato e pure con il viso pulito più di quel gattino che tutte tutte le mattine, con le sue zampine, se lo lava (e lo so con certezza perchè il micio della filastrocca non sa usare il rubinetto e approfitta della vaschetta del mio amico Pesce Rosso.) Ma che si tuffa a fare nella piscina del Club 27? Mettiti tranquillo (tanto l’appello Remember Me l’hai già lanciato!) Comunque mi spiace che viva male i prossimi sette mesi per questo motivo, quindi penso che gli metterò in una bottiglia uno dei rotoli d’alga della nostra biblioteca e giela spedisco. E’ la biografia di Berlusconi. Trovatemi qualcuno con una vita (politica) più lunga della sua. Oggi ha chiesto pure a tutti di diventare “missionari” con Forza Italia. Che come concetto è interessante. Anche perchè ha davvero bisogno di un miracolo questa volta… Io comunque ho sentito alcune anguille che stanno riflettendo al riguardo. Il ragionamento è intorcolato come loro quando s’annodano, però ha un suo schizzo di ragionevolezza. L’ultima volta che è stato premier ha quasi affondato l’Italia. Poi è arrivato Monti che ha messo i salvagenti (buttando la gente in mari di lacrime) e l’ha risollevata. Visto che al momento lo Stivale naufraga che è un piacere, se glielo rimettete in mano questa volta ce la fa ad affogarlo una volta per tutte… Questo significa che noi ci ritroviamo con un altopiano acquatico e risolviamo il problema delle abitazioni: sapete quanti nuovi castelli di sabbia costruiamo! Ho solo una domanda: ma come santo di riferimento prende San Siro?

cozza-news-club27

Ma che puntiamo sul 18?

Poi dicono a me che basculo tanto, che sono instabile sul mio guscio, che se provano a farmi camminare in linea retta sembra che mi sia appena scolata una bottiglia di algabirra fermentata… A me? Io prima o poi mi fermo pure da qualche parte e in genere almeno la direzione la si capisce (poi se vado controcorrente magari ci metto un po’ ad arrivare però insomma, pure senza stelle di riferimento non mi perdo la bussola!) con Berlusconi invece neanche se attacchi un cartello alla Stella Polare per indicarla capisce dove sta andando. Colpa dei troppi striscioni che ha fatto vagabondare per aria quest’estate. Lui diceva: ok, sto aereo va verso nord. Poi (che mi sembra liscia come la pelle di un’anguilla come cosa) l’aereo torna pure alla base, quindi va in direzione opposta. Ecco, lui lo rivedeva passare e non capiva più dove si trovavano i punti cardinali. E’ l’unica spiegazione che riesco a darmi per questo “messaggio o non messaggio”. Opzione 1,2,3… Insomma, gli storioni erano ancora sotto forma di caviale quando ha iniziato a registrarlo e prima li ho visti che scodazzavano in giro riflettendo sul fatto che alle prossime elezioni possono votare pure loro. Ma lo manda in onda o aspetta a vedere quando le acque si calmano? No, giusto per farlo sapere a Pingu che voleva farsi un po’ di surf sulla sua lastra approfittando della bufera a Ostia: non vorrebbe cozzarci addosso nel tubo (catodico). Insomma, non c’è nulla da fare, voi bipedi siete onnipresenti e pure un po’ curiosi… Ore e ore di diretta dall’Isola del Giglio, che c’eran tutti i poveri pesci che non hanno potuto riposarsi un po’: in piena notte ancora a controllare che non ci fosse il reflusso altrimenti sai che capriole. Loro assonnati che volevano andarsene a far la nanna tra le braccia delle ninfee e tutte queste telecamere appiccicate. Pesce palla per poco non moriva asfissiato a furia di trattenere il fiato: hey, lo schermo ingrassa, lui non voleva passare per una mongolfiera sommersa! (Adesso però non pensiate che sia stato Polipo a ingrafittare la Concordia: quelli che si annoiavano alla fine si son messi a intrecciar le alghe per fare delle corde di riserva) Insomma, voi siete sempre ovunque ma ospitalità zero: ma vi pare che appena un simpatico coccodrillino vuole giocare a letto a castello in camera vostra lo cacciate a forza. Ma solo perchè ha quei dentini un po’ affilati? In fin dei conti se avessero aspettato che si svegliasse avrebbe scodinzolato pure un po’ di saluto. E poi almeno offrire un po’ di latte, con quello che costa. Oppure indicargli il rubinetto e dargli un bicchiere di birra… (no, ok, avete ragione, se beve poi diventa troppo ciarliero e vi assicuro che discorsi paludosi come lui non li fa nessuno..) E’ che per voi c’è sta cosa che tutto sia un pericolo. Due cose ha in testa la maggior parte di voi: malafede e donne. Voglio dire, pure i grattacieli che ricordano Marilyn… ma perchè, guscio non vi sembra abbastanza areodinamico? Ho pure ciuffo che è adattissimo come antenna… A proposito di antenna, bisogna che mi sintonizzi bene per la giunta… Ho solo una domanda: ma anche quelli che devono votare hanno priorità Champions? No, perchè questo potrebbe essere un problema. Magari decidono di salvarlo per non deprimere troppo i rossoneri, anche perchè diciamocelo, con tutti sti infortuni un po’ alla deriva già ci sono… Comunque per sicurezza più che puntare sul 18 io metterei le mie conchigliette sulle calende greche…

cozza-news-18settembreberlusconi

Pensa che meraviglia se ogni tanto qualcuno dicesse qualcosa di nuovo…

Secondo me voi bipedi avete una fantasia che riesce a raggiungere livelli assurdi solo che date il meglio di voi nei momenti più improbabili. Tipo quando quel simpaticone della Nasa ha disegnato un pene su Marte. Ecco, simili livelli li ha raggiunti solo il grafittaro che ha pensato bene di scrivere “Kit Kat Big Dawg” in azzurro sulla plancia della Concordia. Tipo che c’era il mondo a seguire l’evento, religioso silenzio e a un certo punto “stunk stunk stunk”. Erano le testate contro il muro che stavano dando dentro la control room… Ecco, simili tuffi nel mondo dell’originalità (pure fuori tempo limite se volete) ormai si trovano solo in rete: per pescare idee ormai bisogna andar là. In effetti le battute che più mi fanno rotolar dal ridere le trovo tutte in Twitter… al massimo in Facebook (politici a parte intendo!) Ma poi mi affascinano le 50 sfumature di tempismo che avete: tipo che Mentana non fa in tempo a chiedersi chi sarà il primo gonzo a usare la rotazione della Concordia come metafora del risollevamento dell’Italia… e tempo qualche minuto Saviano viene preso all’amo. Saviano dico, mica un pinco pesce pallino qualsiasi! Che poi scusate, ma secondo voi è una metafora da fare? Ma l’Italia è più Bella addormentata in un’epoca in cui i principi son troppo impegnati a giocar con la Play per andare in cerca di donzelle da baciare! Altro che cavi d’acciaio e gru: neanche Houdini riuscirebbe a dar l’illusione a qualcuno di farla riemergere dalla palude in cui s’è ficcata con tutto lo Stivale! Ma metafore, similitudini e simili non le studiate voi? Da noi tengono costanti corsi d’aggiornamento e ci facciam pure le gare: però devono essere pregnanti, se tiri fuori giaguari e tacchini ti mandan a contare le schegge di legno di un galeone fantasma. Tipo devi boccheggiar fuori cose del genere “sei proprio un tronista” per dire che hai la coda talmente pesante che aspetti due sirene imitino le gallinelle di mare per conquistarti invece che far la fatica di provarci. Oppure “hai più Fede tu di Emilio” se stai parlando con un leccapinna. Comunque, l’altro giorno ho visto un’Ondina che galleggiava in pieno Mediterraneo e le ho chiesto “che fai?” (a parte galleggiare intendo, ok cozzina, ma il guscio ce l’ho fuori, non nel cervello, anche perchè se no fa a cozzare contro neurone e mi si scheggia tutto) La porella ha spiegato che si chiama Fantasia e si stava facendo un tuffo per vedere se da queste parti qualcuno parlava un po’ con lei. Per gli occhiali appannati di pesce quattrocchi, non la riconoscete neanche se vi si presenta! Infatti pure gli artisti ora pur di scansarla si danno al già noto. Tipo Sting che si fa una sguazzata nel passato e i registi che per evitare il mare dell’ignoto si rifanno alle biografie illustri… Lo fanno con stile, intendiamoci, ma già sai come va a finire… Per me non capire fino all’ultimo come finisce una storia è una cosa più affascinante di una tela cucita da una sirena con fili di stelle… Wow! A me l’ondina ha raccontato una storia fantastica, parlava di un politico che parla in maniera comprensibile, senza insultar nessuno e nemmeno urlare, e poi faceva tutto quello che aveva detto: altro che fantasia! Questo rasentava la fantascienza! Ora però devo andare, ha detto che mi dà uno strappo su Collo Lungo e andiamo a raccontare la favola della buona notte a Sco’!

cozza-news-fantasia

Ma se Renzi asfalta il Pdl… risolviamo il problema della disoccupazione?

Mi sembrava una cosa carina fare qualcosa assieme a Scoglio oggi. Tipo che tra una cosa e l’altra non si riesce mai a boccheggiare in santa pace di quello che ci frulla nella testolina e quindi perchè non fare qualcosa assieme? E’ che non è proprio semplice. Voglio dire: avete idea di quanto sia difficile per una roccia andarsene per strada senza che qualcuno la fermi per provare a strappargli quel fungo che ha in testa? (Ma solo perchè ho preso un ombrellone rosso a pois bianchi tutte ste storie? Neanche assomigliasse a un porcino!) E poi con tutte queste barriere architettoniche non è per nulla facile. Prendete solo a Venezia che è tutto un ponte. E per i canali mica ce lo porto, che c’è troppo traffico e lui non è abituato. E poi è un macello che trovi i pesci lavaguscio anche là: appena ti fermi per capire dove svoltare arrivano e t’insudiciano tutto solo per poi spinnarti fino a farti brillare. E che, ma secondo voi io esco incrostata d’alghe? Sentito quelli di Padova che si sono pure azzuffati tra loro: se ti ritrovi in mezzo ti arrivano di quelle codate che basculi talmente a lungo che ti arrestano per vagabondaggio. Comunque, per tornare alla nostra uscita. Venezia scartata perchè non è percorribile. Alternativa, visto che siamo dei golosoni, era andare a prendere qualcosa di dolce. Solo che a quel punto è sorto un altro problema: non puoi mangiare stando fermo. Mica lo dico io. L’hanno detto a Parma dove hanno pure multato due ragazzetti. Forse pensano che se cammini bruci calorie e quindi non ingrassi neanche se fai un’abbuffatona al giorno. Praticamente hanno trovato il modo per combattere l’obesità! Che poi c’è questo accanimento dei vigili ultimamente: dove posson metter multe lo fanno. Colpa che tocca far lo sconto per le multe agli automobilisti e da qualche parte devono pure rimediare. Tipo che dan mille euro di multa se scrivi male l’orario in vetrina. Alla fine io e Sco’ ci siam presi delle cupcakes e ce ne siam tornati in spiaggia nostra, così ce le siam gustate al tramonto. Era un po’ dispiaciuto che non poteva girovagare un po’ ma l’ho tranquillizzato: tanto adesso Renzi asfalta tutto. Cioè, prima parla di ecosostenibilità, poi rottama chiunque, ora si è dato all’inquinamento libero. Mi sa che è l’unico che pensa che vincere le elezioni sia una traghettata tranquilla! Però di una cosa gli dobbiam dare atto: se asfalta tutto risolve pure il problema della disoccupazione: prima ho visto un gruppo di testuggini con tanto di caschetto in testa che se ne sgambettava allegramente in direzione dell’Arno: dicono che in zona stanno costruendo castelli in aria…

cozza-news-cupcakes

Fine del mondo in vista… come se non avessimo già abbastanza problemi!

Ma se chi va con lo zoppo impara a zoppicare, chi sta con uno che ha fatto flop impara a floppare? Me lo chiedevo perchè se io fossi Cuperlo dopo le dichiarazioni di Bersani di oggi mi preoccuperei un bel po’. Voglio dire, parla di stessi punti di vista per quel che riguarda il Pd, ma mica mi sembra che alle ultime elezioni ci sia stata proprio la standing ovation… ai democratici è pure toccato allearsi con un partito il cui leader adesso voglion far decadere in tutti i modi… Che poi interessante che parlino di trasparenza per un voto che dovrebbe restare segreto… proprio loro che avevano i franchi tiratori alle elezioni del Presidente. Insomma, questi son più confusi di un pesce bomba sballottato dalla tempesta. C’è pure Letta (che si ritrova a fare il premier senza che nessuno l’abbia mai votato) che cerca di raggranellare simpatie un po’ ovunque. C’ha provato a pescarne anche alla festa dell’Udc ma il primo tentativo è stato un vero e proprio buco nell’acqua: cose che s’inabissa da solo! Insomma, saltarsene fuori con un “Quando andavo a scuola io negli anni ’70 eravamo tutti bianchi, direi quasi ariani” non suona benissimo per un democrat e anche se non ha voluto fare riferimenti a teorie della razza a me onestamente è venuto da giocare a nacchere con il guscio da quanto tremavo: insomma, sarà che qui sotto siam da sempre tutti variopinti, ma sentir parlare di bimbi tutti palliducci e magari un po’ gracilini mi fa venir voglia di urlare: “ma mandali fuori a giocare!” Comunque forse poi qualcuno gliel’ha fatto notare e lui ha rigettato la lenza con il racconto di “una notte da sconosciuto“: ma che, a voi fa simpatia uno che alloggia in un albergo dove poi la mattina portano la mega colazione extralusso? Cioè, poi si auto-dà dello sfigato, ma io direi che ha proprio il sonar tarato male per attirare simpatia. Che so, racconta di una volta in cui eri andato a pesca ma lo sgombro era talmente divertente che l’hai lasciato andare. Qui davvero stan tutti a pettinar le alghe in cerca delle cose più assurde da dire! Fortuna adesso pensano di spedire Berlusconi in Estonia (non gli va neanche male, pensate se lo schiaffavano in Siberia!): ci sono già gli orsi bianchi che guardano per aria in attesa di veder passare l’aereo con lo striscione: “Forza Estonia”… pensate che colpaccio: lui prova a salvarsi politicamente e i fedelissimi (tra politici, falchi e colombe, esercito e quei famosi 10 milioni) lo seguono: abbiamo risolto il problema dell’occupazione, liberato poltrone e pure svuotato il cielo da un po’ di volatili (che son pericolossisimi a volte! Chiedetelo a quelli dell’aereo dove uno voleva fare il nido nel motore!) E’ che poi se non fai affidamento sui politici pensi di poter prestar fede almeno agli scienziati, ma quelli se ne saltano fuori che Stonehenge non era un sito per venerare il solstizio… solo che adesso non san trovare spiegazioni. Cioè, nel senso che non sanno che cercare in Google? Perchè qui lo sappiam tutti che è un punto energetico: sta a vedere che ste teste di polipo si son trasformate in testine d’acciuga! Speriamo almeno che quelli che devono salvare il mondo dalla sua distruzione (ancora? ma non ce l’eravamo scampata con i Maya un anno fa?) siano un attimo più concludenti. Comunque non mi preoccuperei molto: da brava razza aliena me ne torno al mio Paese: è la volta buona che presento Scoglio in famiglia!

cozza-news-finedelmondo

Se qualsiasi cosa fai sbagli… forse hai sbagliato mondo!

Forse non tutti i bipedi sanno che qui da noi, se decidi di laurearti, puoi scegliere di farti un semetre di Waterasmus. Praticamente il vostro Erasmus ma in versione umidiccia… (diciamo proprio bagnata!) In genere se scegli un qualche corso d’acqua in Italia finisci sempre per nuotare fino a Padova o a Bologna, dipende un po’ dalle facoltà e un po’ dal tipo di vita che vuoi fare. Io ho optato per Padova fondamentalmente perchè quando ripeto prima di un esame mi piace farlo dondolando in tondo e il Prato della Valle è perfetto per questa pratica. Fatto sta che ho imparato a conoscere le buffe usanze che hanno gli studenti di quella città e che non trovi altrove. Io ho provato a chiedere a un po’ di amici che sono andati altrove. Ad esempio Cannolicchio voleva specializzarsi in pasticceria e se n’è andato in Sicilia e là il giorno della laurea si son limitati a riempirgli il guscio di ricotta e frutta candita. Invece Ciano il Luccio studiava biologia marina e se n’è andato a Genova e per festeggiare la tesi l’hanno portato all’Acquario… aveva pure perso il suo badge e i responsabili pensavano fosse un loro ospite che voleva evadere… Invece a Padova c’è questa vena goliardica che t’inculcano in testa fin da piccolo. Praticamente più cresci e più diventi ripieno di nozioni e idee per scherzi. Quindi non ho capito perchè si sono meravigliati che al Nievo, il primo giorno di scuola, non si potesse entrare. Per tutte le alghe fritte in pastella che riesco a mangiare! Ma è tradizione che mettano catene al cancello e costruiscano un muro in una notte… quante storie! Se non lo fanno le matricole ci restano malissimo poi! Anzi, c’è da dire che sono ammirevoli che hanno eretto una muretta in così poco tempo: e poi dicono che i giovani d’oggi non han voglia di far nulla! Io scommetto che quelli che l’hanno fatto da piccoli giocavano con i Lego. Mica come i bimbi al giorno d’oggi: neanche più i giocattoli si vendono! Stanno tutto il tempo a digitare come pazzi in rete… E dire che da me fai di tutto per non finirci! E’ che se loro smanettano un po’ e un avversario dice “Sei fritto” non iniziano a far testamento come il calamaro… Che poi secondo me così perdon tutta l’inventiva. Metti che devi fare un viaggio. Ecco, i giovani d’oggi giocano a trova l’offerta on line e s’imbattono nei pasticci stile United che s’è messa a regalare biglietti (come non tutte le ostriche hanno la perla, così non tutti quelli che stanno al computer lo sanno usare…), quelli che invece erano bambini ieri si gonfiano 350 palloncini ad elio e svolazzano via sereni in questa nuvola di colore… Poi però se non ti accontenti di volare e vuoi andare nello spazio la storia è un po’ diversa. Prima devi scendere nelle grotte. Inizialmente non mi era chiaro questo concetto. In effetti mi son chiesta: ma se devono, che so, andare sulla luna, non conviene decollare da dove sono (magari senza portarsi dietro nessuna rana) invece di scavare fino all’altra parte del globo e partir da là? Poi Pesce Volante (che ovviamente è il nostro esperto) mi ha spiegato che vivere in una grotta è pari a vivere nella stazione spaziale. Ha detto che forse è pure più pratica la seconda. Non mi era chiaro il fatto che ci s’impieghi meno tempo però a scendere dallo spazio (ma sarà che quando io sto con la testa tra le nuvole faccio proprio fatica a tuffarmi nella realtà poi) che non a risalire dalla grotta. Era proprio oltre la mia comprensione. Però alla fine Svolazzolo mi ha detto: hai presente quanto c’ha messo l’economia italiana a precipitare e quante maree serviranno per risalire? E là ho capito… e m’è venuta voglia di giocare. Almeno che per la fantasia non ci sia recessione!

cozza-news-lego

Se hanno già fatto tutto… tocca inventarsi qualcosa di nuovo!

Non è mica facile entrare nel Guinness dei Primati. Sfogliavo il nuovo libro e mi sono resa conto che hanno già fatto un oceano di cose. Poi diciamocelo, ce ne sono alcuni che richiedono una costanza che io riesco ad avere solo quando ripeto “la costanza è una cosa noiosa”. Voglio dire, c’è Serena la Sirena che s’è immersa nell’idea di fare il record del sorriso più duraturo dell’Oceano. In non riesco a raggiungere la durata neanche di quello del Mediterraneo. Non è che io sia una musona, intendiamoci, è che mentre sto facendo sorriso sorriso mi nuota in testa un pensiero che mi stupisce e la mia espressione passa da 🙂 a :O. A quel punto uno deve ricominciare tutto da capo, solo che io sto già pensando ad altro. Ho provato anche a battere il record d’immobilità assoluta ma dopo un po’ o mi addormento o mi vien voglia di sgranchirmi un po’. Quindi mi serve qualcosa di più rapido. Quello che mi verrebbe bene è l’attraversamento del Polo in scivolata (una volta mi allenavo con la squadra di bob dei pinguini e devo ammettere che me la cavavo) solo che si staranno pure assottigliando i ghiacci ma… avete idea di quanto freddo fa??? Mica voglio finire congelata. A questo punto non mi resta che concentrarmi sulle mie caratteristiche e forse forse in un’attività potrei riscuotere un discreto successo: chi ha la testa più in alto delle nuvole (sì, lo so, voi bipedi dite che ce l’avete “tra”, ma io riesco ad andare ben oltre: anche perchè in genere uno s’immerge tra i suoi pensieri, io ci affondo proprio. Poi serve un retino per ritirarmi fuori! Indovinate un po’ a chi tocca farmi tornare con il guscio sulla sabbia…) Sco’, che è sempre pronto a offrirmi un consiglio (e pure a farmi un complimento…) ha detto che potrei provare a vedere quante macchine fotografiche riesco a rompere prima di farmi un autoscatto, però qui poi è sorto un dubbio grande come un transatlantico (non se primo piano o a mollusca intera): ma al naturale o con un filo di trucco? Perchè adesso c’è questa nuova moda di postar immagini senza trucco. C’è finita pure Beyoncè nella rete… con la crisi che c’è, mandiamo a spasso pure i paparazzi!  Chissà se loro avendo tempo a disposizione se ne vanno a spasso per boschi a raccoglier funghi come Burlando… Che poi uno non può neanche godersi un po’ di natura in tranquillità che iniziano a criticarlo. Ma esattamente, che ci facevano in Twitter durante il Consiglio? Si allenavano per fare il record di multitasking? Hey! Forse ho avuto un’idea per il mio: ma secondo voi quante cozzinate riesco a scrivere in un unico post???

cozza-news-record

Se tutto cade a pezzi… facci un puzzle!

Oggi me ne basculavo tranquillamente in laguna dalle parti di Venezia (ero andata a dare un saluto a quella simpatica foca che ogni tanto appariva quest’estate) quando mi sono imbattuta in Señorita Acciuga. Se ne stava tutta impettita con il suo doppio giro di cipolla a mo’ di collana e allargava il più possibile le pinnette per far sbirluccicare il suo nuovo anello di fidanzamento. Un po’ perchè non c’erano anguille a cui chiedere un passaggio per tornare a casa, un po’ perchè sono una cozzina educata, ho pensato di farla contenta e di usare guscio come fischietto mostrandomi tutta emozionata per lei. (Io ho provato a imparare a squittire d’entusiasmo, ma non mi viene. So stonare benissimo, ma non chiedetemi di più) Però ammetto che il vetruccio che si portava appresso era proprio d’effetto. Oserei dire un capolavoro, del resto siamo pur sempre in zona Murano… L’unica cosa che mi lascia perplessa è che bisogna averne una cura immensa (insomma, non come me che cozzo ovunque), non puoi lasciare che vadano allo sfascio come uno dei tanti capolavori che vengono lasciati cadere a pezzi. E’ che Venezia per qualche strano motivo con il vetro non ci lega. Prima il ponte con i gradini frantumati, poi la vetrata del Vivarini nella chiesa dei Santissimi Giovanni e Paolo… Non riesco mai a prendere all’amo il motivo per il quale in Italia non ci si prende cura di tutti questi patrimoni artistici. E dire che son quelli che attraggano i turisti. (Una volta avrei detto anche il meteo, ma visto il clima tropicale e le alluvioni degli ultimi tempi non consiglierei a nessuno di metterci la pinna sul fuoco) Insomma, a noi acquatici piace quando i bipedi vengono a salutarci con le loro scampagnate a base di bombole e mascherina. E sappiamo che se non lucidiamo la barriera corallina e lasciamo i campi d’alghe incolti poi dicono che è troppo sporco e scelgono altri lidi… Quindi… olio di ricino e teniam tutto in ordine. Sì sì, lo so anch’io, non è facile, c’è la crisi… e poi bisogna tener da parte un po’ di soldi perchè alla fin fine le elezioni costano e qui si stanno già organizzando… Pure la Lega sta riflettendo sul dopo-Berlusconi e Tosi si candida a leader del centro-destra. Solo che prima c’è da risolvere quella faccenda spinosa come un riccio della legge elettorale. Io in effetti pensavo che fosse solo l’Italia a far le cose con più calma di un pedalò alla deriva, ma pure in Europa non si scherza. Da luglio prossimo è prevista la fine progressiva del roaming. Ma mica arriva come un pomodorino di mare all’ora di pranzo solo perchè è l’anno delle elezioni europee. No, sono 8 anni che “stanno agendo”… Vediamo se in dirittura d’arrivo sprintano! Spero di sì, che sto iniziando la mia opera di “convinci uno Scoglio ad andare in ferie” e speravo di portarlo in crociera l’anno prossimo. Lui quando s’affeziona a una spiaggia poi è un po’ un problema spingerlo via (ok che la fede muove le montagne ma fidatevi, convincere una testa di roccia è un’altra cosa!) Magari se gli dico che può giocare a ET Telefono Casa si convince…

cozza-news-fuga

Cozza vs Crozza: 1-0!

L’avete mai vista una balena nascosta dietro la barriera corallina? Nenach’io! E non è tipo la storia dell’elefante che non si nota perchè è un campione a nascondino. E’ che Whally sghignazza come una pazza pensando che è la volta buona che riesce a vincere la Conchiglia Cup e si fa uscire gli spruzzetti dalla schiena. Tana per lei! Ce n’era solo una di balena che sembrava un Pesce Camaleonte tanto era brava. Solo che poi s’è mangiata Geppetto e quello le faceva falò nella pancia pensando che lo sfiatatoio fosse una canna fumaria: come fai a confonderti se ti traini addosso un comignolo? Insomma, oggi ho avuto una giornata da sudare più una fetta di melanzana sotto sale. Dovevo fare una prima selezione per la Nazionale Italo-Mediterranea e ora che i pesci sushi hanno appoggiato la proposta giapponese di introdurre nascondino alle Olimpiadi devo scovare anche i membri di quella squadra. Io metterei tre cannolicchi, tre pesci roccia e qualche dentice occhione che con quella vista vede pure attraverso gli scogli. Però dicono che le squadre devono essere equilibrate e quelli del Polo son per lo più pesi medi e massimi, quindi devo variare un po’. Insomma, all’ora di tramonto ero lessa e volevo andare a farmi un massaggio di olio di limone per sciogliere un po’ i muscoli del musetto (stateci voi tutto il giorno a soffiare un pesce fischietto!) E’ che la Spa ha riaperto la sezione scolastica così mi son trovata obbligata a farmi fare il ciuffo dai granchietti apprendisti. Morale: le rughe erano tutte belle distese (i calamari non se ne lasciano sfuggire una, hanno proprio tentacoli per ste cose) ma in testa avevo una specie di antenna ricoperta di gel d’alga che mi si poteva usare come freccetta in un torneo. Scoglio appena mi ha visto (a parte farsi venire i crampi a furia di ridere) mi ha piazzata in testa perchè ha detto che così la tv si vedeva meglio e non mi sono più potuta muovere. Fortuna che ha preparato gli spiedini d’alga e pomodorini di mare, almeno non son rotolata giù dalla fame. Fatto sta che mi son dovuta seguire il suo zapping invece che starmene a prendere la tintarella di luna. Non mi ha neanche fatto vedere la partita dell’Italia perchè è in sciopero-calcio da quando Higuain gli ha ferito il cugino con un tuffo mal riuscito (io ho ancora un dubbio: ma se un calciatore mette un piede in fallo, c’è da fidarsi poi in caso di rigore?) Comunque, sguazza e risguazza tra i canali, abbiam cozzato su Crozza! Ammetto che lui ha quella “r” in più rispetto a me, ti cambia la vita, però mi son presa una soddisfazione sul bipede della satira televisiva: l’ho fregato sul tempo! Ha fatto il riassunto di quello che è successo quest’estate perchè in effetti l’hanno mandato in ferie troppo presto (ma io l’avevo detto che i comici si rodevano come pannocchiette di mare che le trasmissioni terminavano prima del processo a Berlusconi!) e alla fine ha pure dovuto chiedere la grazia per Berlusconi: e per forza, adesso deve recuperare la vasca di vantaggio che mi son presa! Non preouccuparti Maurizio: per gli altri processi ti ha aspettato!

cozza-news-crozza