Perchè rimuginare quando puoi agire?

La vita è fatta di progetti e costruzione. Non c’è nulla da fare. O pensi e crei qualcosa o te ne resti come un pesce rosso nella tua boccia a boccheggiare in superficie perchè ti manca ossigeno. Per questo io e Scoglio passiam tanto tempo a costruirci il presente passo passo. (La fissa del futuro è tipica di voi bipedi che non avete ancora capito che quello sguscia peggio di un’anguilla quando sente odore di salamoia!) Poi ok, non pensate che sia sempre facile, pure noi ci ritroviamo in mezzo alle nostre burrasche e veniamo disturbati da tutti quei piccoli casini quotidiani che sono più fastidiosi di un gruppetto di baby granchi che t’inseguono ovunque perchè vogliono che metti a loro disposizione il ciuffo. Tutta colpa di quell’Edward che sforbiciava ovunque! Appena qualcuno si ricorda di quel film inizia il periodo emulazione e se non ci stai attenta ti ritrovi con un bonsai al posto del cespuglio di alghe… Comunque, anche quando puoi startene tranquillo improvvisando il presente non è che sempre sempre ti ritrovi con salvagenti con il buco (mi sa che li chiamate gommoni… mai capito perchè se dovete andar per mare non volete bagnarvi! Ma prendetevi uno slittino e andate in montagna! L’immersione è la cosa più bella che esista!) Voi bipedi siete fantastici per mandare all’aria progetti… quando non li realizzate e capite… che era meglio non farlo! A volte davvero son più sicure le costruzioni fatte con i mattoncini Lego… Prendete solo quello che riesce a combinare Calatrava. Che è anche bravo, geniale per certi versi…. poi non si capisce perchè, secondo alcuni, quando arriva in Italia fa danni! La stazione che sembra un’onda in piena Pianura Padana… fa acqua e il ponte a Venezia sembra diventato uno dei suoi peggiori incubi… Ora lo Stato Italiano l’ha anche citato a giudizio! Ma la cosa che vi riesce peggio di tutte è far progetti sulla vita altrui. Io neanche ci provo a dare a Scoglio un calendario con le cose da fare: quello che gli va, semplicemente, lo fa! (Basta non si tratti di darsi alle diete drastiche scrollandosi un po’ di pietrucce di dosso, che io sono affezionata a tutti i miei appiglietti!) Insomma, non si fanno i conti senza il polipo (lui con la scusa dei tentacoli è bravissimo: fa tipo voi con le dita) Prendi solo la Juventus che voleva cedere De Ceglie… tutto pronto, qui stavano tutti con le pinne pronte a salutare, invece lui mica è voluto passare al Sundland! Questo sta a dimostrare che spesso è inutile far impazzire il neurone a furia di pensare: ti crea solo un gran mal di testa! Infatti Scoglietto, che a me tiene un oceano, mi ha espressamente (nel senso che ha espresso il desiderio a Babbo Natale) imposto di non pensare… Dice che così non solo non mi scoppia il guscio, ma si risparmia anche lui un sacco di complicazioni… Va bene anche a me! Se combino qualche cozzinata… poi posso dire di non aver riflettuto!

cozza-news-costruire

Ve la racconto io la verità sulla Cozza!

Ciao a tutti, io mi chiamo Scoglio, Sco per gli amici. Sono quello che tutto il giorno si subisce la Cozza. Quella che vi fa divertire con le sue storie, ma che non vi racconta tutta la verità. Prima di tutto, dovete sapere che le cozze sono permalosissime, gli si alza il ciuffo e avete finito di godervi le onde simpatiche che vi rinfrescano dalla calura estiva. Loro la vita la prendono di guscio e spesso vi polverizzano a forza di levigarvi ogni minimo lato leggermente aguzzo che trovano. Vi modellano proprio il carattere se non state più che ancorati. Se poi pensate che sia facile farle cuocere nel loro brodo, vi sbagliate di grosso perché rischiate che siano loro a farvi fritti. Per esempio dall’estate siamo passati al maltempo, da nord a sud in poche ore l’Italia ha avuto il “ribaltone” del meteo, e mentre si tenta di scongiurarlo in politica, la Cozza che fa? Batte, batte guscio durante la notte! Scoglio quindi si deve svegliare, stando anche attento che non arrivi un onda che gli mandi l’acqua salata negli occhi, e dire “Che hai Cozza?” e lei “Pauaaaaaaaaa!” E sì, le cozze hanno una gran paura dei tuoni e dei temporali e se vi state chiedendo come mai, la risposta è semplice non si fidano della tenuta stagna del loro guscio… in sostanza hanno paura di affogare mentre dormono! Ma si è mai vista una cozza affogata? Mai, eppure loro tremano alla sola idea. Non c’è modo di dissuaderle! Allora i bravi scogli come me, devono dire “Forza Cozza, mettiti al riparo qui sotto, proprio qui dove c’è un posticino tranquillo”. Dopo un po’ la cozza la smette di tremare e di suonare il guscio come fossero delle nacchere e si addormenta, mentre il povero scoglio, ormai sveglio, non gli resta che stare a guardare l’alba. E io non mi lamenterei neppure troppo se solo mi fosse concesso ogni tanto di sgranchirmi le pietre, ma appena mi muovo, la Cozza si sveglia! Basta un minimo movimento e lei alza il ciuffo. Oggi a esempio lo ha alzato non appena ha visto i parlamentari tuffarsi al mare. Lei subito ha detto “Oibò, ma non dovevano nuotare fino all’Aula della Camera? Che ci stanno a fare qui in spiaggia? Mi continuano a inquinare le acque con l’olio di cocco?” Io ho provato a spiegarle che quella di oggi era una convocazione un po’ sui “generis”, le ho detto anche ascolta le parole della Boldrini ” è un esercizio democratico” cioè chi vuole va, gli altri stanno in ferie… in fondo si discuteva solo del femminicidio! Ma il guscio duro di Cozza non fa muovere bene il neurone che le è stato gentilmente donato… per tutto il giorno è stata a “gufare” contro quei poveri parlamentari che si stavano prendendo la tintarella… beh ha tanto gufato che poi la pioggia è arrivata e altre tempeste sono attese nelle prossime ore. La Cozza è così che ci volete fare? Nel sugo o in soutè, a volte, è proprio indigeribile!

cozza-news-camera

Che siano politici o vip… prima o poi tutti finiscono in rete! (E certe volte sarebbe meglio di no…)

Ora ci si mette anche il Fisco a giocare a Grande Fratello. E’ attivo da oggi il redditometro. Il che significa che spulceranno i conti peggio di me quando cerco di stanare le lumachine di mare che provano a fregarmi il mio posto su scoglietto. (Ma dico, lo so che me lo son scelto bene, ma non potete trovarvi una roccetta vostra?) E tanto per cambiare già hanno fatto una distinzione tra Nord e Sud: più virtuosi nelle regioni settentrionali. E’ che alla fine sempre media italiana viene. Invece sembra che si faccia di tutto per creare differenze. E’ come se io mi sentissi diversa dalle cozze siciliane… giusto perchè loro hanno la coppola e qui non si usa… E che per dire “no” schioccano il guscio. Che poi porta a far confusione, perchè metti ne trovi una senza berretto in testa e non capisci mai se è spagnola e gioca a nacchera o che. Poi però c’è da dire che ormai voi bipedi siete riservati come una linguattola. Sapete perchè gira in solitudine? Mica perchè carnivoro, è che deve raccontarti tutti i fatti suoi. Non che ne abbia tanti (sta sempre in mezzo alla sabbia per contare i granelli, sai che spasso!), è che parte sempre dal riassunto delle puntate precedenti e in genere inizia con le prime forme di vita acquatiche… Ecco, grazie ai social più o meno fate lo stesso: tutto quello che vi passa per la testa finisce là. Che è pure interessante come spunto sociologico. Solo che ora si parte con gossip e politica. Che poi dicono e smentiscono e a fine giornata state ancora a galleggiare in alto mare neanche foste ancorati. Insomma, oggi grazie alla Lucarelli ci si aspettava uno tsunami di cronaca rosa… e si è scoperto che invece era calma piatta! La Tatangelo e D’Alessio proseguono a navigare in acque talmente placide che in confronto se un pesce rosso fa due bolle sembra un maremoto! Insomma, per catturare qualcosa d’interessante con la rete qui bisogna controllare… Berlusconi! Ma pure qui? Ebbene sì, ora anche lui compare su Facebook e rassicura tutti che “Non vi farò fare assolutamente brutte figure.” Ma come? E’ come dire che io partecipo a un concorso di “agita la coda a ritmo” e non faccio sfigurare le cozze! Ma al massimo gioco a dondolo! Voglio dire, tutti più agguerriti di un pesce spada convinto di essere Dartagnan quando c’era da cacciare la Idem per la storia della casa e adesso dopo una condanna ancora lo vogliono al governo… Ma la perla del giorno però, va detto, la vince Flavia Vento che vuole entrare in politica… dopo aver sognato Matteo Renzi! (Sicura non fosse Bob Marley?)  E la sua idea è una discesa in campo… con un partito chiamato Figli dei Fiori! (Secondo me “figli” l’ha aggiunto dopo e ha pensato a Campo dei Fiori per fare un happy hour, anche perchè se parli di una nuova era… come fai a tornare indietro ai mitici Sixties?) Comunque, da notare il tempismo incredibile: vuole abolire tutte le macchine in centro (non bastava Marino a far imbestialire i commercianti!) proprio ora che si scopre che il furgoncino Kombi, emblema di quell’epoca, va in pensione! Al suo posto facciamo il pedelò con un vaso di fiori in poppa? Ma se un giorno questo partito prendesse piede, io dovrei farmi il ciuffo rasta per forza? Comunque una cosa la devo dire. Questo mondo diventa ogni giorno più pericoloso per le cozze: adesso che viene riconosciuto anche il Pastafarianesimo (tanto che un adepto compare nella foto della carta d’intentità con uno scolapasta in testa) ci manca solo che venga indetto il giorno degli spaghetti con le cozze… devo iniziare a farmi scortare da un tritone?

cozza-news-hippie

Abbiamo tutti i nostri draghi… che a volte giungono a riva

Noi qui sotto lo sappiamo benissimo. E’ una legge immutabile: il mare dà, il mare prende. A volte siete voi bipedi che vi perdete qualcosa ma hey, se non avete testa che ci possiamo fare? Se da noi si usassero gli euro avremmo tutti i polipi salvadanaio pronti a esploredere. Peccato solo che non ho ancora trovato nessuno disposto a spiegarmi perchè entrate in acqua con i soldi in tasca. Se non raccogliessimo tutte le monetine che ci piovono in testa avremmo il fondale marino sbirluccicante come la fontana di Trevi. Chissà se esprimete anche qui un desiderio… C’ho pensato oggi perchè è finita la settimana delle stelle cadenti e adesso fanno a gara chi ne ha raccolte di più. Una volta facevano la conta dei galeoni spagnoli, ma da quando gli euro hanno iniziato a tintinnarvi nel portafoglio hanno optato per le nuove monetine. Un anno avevano fatto la prova con le vecchie lire, ma là erano banconote e hanno perso troppo tempo a stenderle ad asciugare. Senza contare che appena ne svolazzava una per aria i delfini pensavano fosse una partita estemporanea di rubabandiera e se ne sono portati via circa la metà… Fatto sta che voi lasciate tanto in acqua… ma ancora di più sulla riva. Ora, capito che abbiamo le seppie spazzine, ma mica possono fare gli straordinari a Ferragosto: hey, hanno una vita! Almeno invece che confezioni vuote lasciaste pure qualcosa da mangiare! E’ stancante rassettare tutto! Però dicevamo, il mare dà pure. Infatti questa settimana ha deciso di farvi fare una scoperta clamorosa: un essere stranissimo arrivato sulle coste spagnole. Che poi adesso escono le ipotesi più assurde, tra le quali che si tratti di una balena o di un pesce drago… Ecco, con il secondo ci siam quasi… togliete pesce! Ma a voi bipedi neanche quando vi si mette l’evidenza sotto il naso avete dubbi? A parte che il povero pesce drago non sputa fuoco (lui ci provava, ma lo capite anche voi che stando in acqua al massimo usciva una nuvoletta di fumo), è anche molto, ma davvero tanto più corto… mica una differenza di un paio di conchiglie… Che poi potete anche non credere all’esistenza dei draghi ma… mica vi sareste mai aspettati che una cozza tenesse un blog! Insomma, chissà perchè certe simpatiche creature possono essere solo nelle favole o nei sogni… oppure usate come simbolo. Eppure avete pure la storia del santo che ha ammazzato un drago! In realtà spesso li usate come esempio per descrivere le vostre paure… Nulla di male… del resto quando noi vogliamo parlare di affermazioni fuori luogo di solito citiamo qualche vostro rappresentante… Prendete solo la Zanicchi che ha dichiarato: “Per guidare il centro destra è più adatto un uomo. Non è ancora arrivato il momento per una donna. Lo so, sono contro corrente: adoro l’uomo. Mi piace l’intelligenza maschile”. E capito Iva che sei contro corrente come un salmone, ma quelli non vanno a scontrarsi contro un masso di testa! Insomma, con tutte le lotte contro il sessismo… non te l’ha detto la zingara che non era l’uscita più felice per vivere serenamente?

cozza-news-draghi

L’estate dei desideri… impossibili!

Non c’è nulla come un po’ di tempo alla Spa per ritemprarsi dai bagordi del Ferragosto. Io di mio ho una predilezione per macerarmi in una vellutata di zucca. Mi ci sposo benissimo. Anche perchè mi ci confondo dentro e nessuno viene a bussar su guscio tanto pensano non sia in casa. Così oggi me ne stavo a godermi questo clima perfetto da quasi fine estate e lo ammetto, in mezzo a tutto quest’arancione mi sono anche un po’ appisolata. Solo che quel neurone dispettoso che gira in testa non ne vuole sapere di fermarsi mai, quindi ha continuato a vagabondare per il cervello senza una direzione precisa e mi ha ridotto i pensieri peggio che una rete aggrovigliata dalla tempesta. Ok, forse me la son voluta come un sgombro che vuole salutare il vermicello attaccato all’amo… Qui non si ferma nessuno, mica si può rilassare un po’ una cozzina. Perchè quest’estate è più pazza di un pannocchia di mare che desidera diventare pop corn. Anche chi va in ferie non può mettersi alla griglia sotto il sole perchè appena ti distrai succede qualcosa. Prendi solo per esempio la Firem: manda in vacanza tutti e i proprietari continuano a lavorare indefessamente… per trasportare tutti i macchinari in Polonia! Capito perchè se anche dormo tengo sempre un occhio aperto? Mica è per paura di non pigliar pesci, è che qui si rischia che ti portino via scoglio da sotto guscio appena ti distrai. E addio sicurezza! Ma chi non si prende un attimo di tregua proprio è Berlusconi: mi è andata di traverso la zucca quando ho visto il cielo solcato dai suoi striscioni. E’ che è peggio di polipo quando gioca a Shanghai e non sa che cannolicchio pigliare. Chieder grazia: sì o no? E Napolitano come reagirebbe? E il Pd che farebbe? E se invece cedesse il posto? C’è una cosa però che dobbiamo ammettere: il PdL continua a dare un giro di boa al Pd. Prendete solo Rotondi che dichiara: “Tutto è possibile perché noi siamo di più di quelli di sinistra e, dunque, chiunque può provarci e riuscire a battere Renzi”. I democrat ancora non hanno deciso che fare di loro stessi e al centrodestra hanno già il candidato da battere. (Povero Civati, quanto ci dev’esser rimasto male! Ma su Pippo! Qui da noi sei sempre ben accolto, fatti un tuffo e non pensarci!) Ma che hanno il pesce palla premonitore? Tipo che lo squotono e gli appare sulle scaglie “sì-no-forse”? In mezzo a tutti questi dubbi amletici (e a un paio di cucchiate di vellutata andate di traverso)… ecco là! Un cavalluccio marino che si trainava dietro un’alga con la scritta Cozza for president… Ops! Mi ero abbioccata di nuovo!

cozza-news-elezioni

L’Italia molestata dal maltempo… e non solo!

Ok, avete ragione. Colpa mia. Perchè in fin dei conti lo sapevo. A parte che è pazzia mettersi in viaggio il 14 agosto. Punto primo, c’è la fuga dei saraghi (si son messi in testa che il 15 agosto è la giornata mondiale dei pescatori della domenica, quindi parte l’esodo in massa). Punto secondo, il 15 ci son tutte le feste a cui partecipare: lagunare, sabbiosa, scogliastra, oceanica e così via. Praticamente c’è lo swimming tour per non perdersene una. E visto che s’inizia all’alba, uno parte il giorno prima. Io una cosa l’ho capita: conviene partire dal punto più lontano e poi tornare verso casa. Perchè credetemi: alla fine collassi e non hai proprio voglia di tornare indietro. Anche perchè non c’è nessuno abbastanza in pinna per trainarti… Solo che non ho fatto i conti con il maltempo. E sì che è da ieri che a tellina scricchiola il guscio, quindi avrei dovuto saperlo che si preannunciava violenta come doccia… Ma io sono un po’ così, se m’impunto ho la testa più rocciosa di scoglio (lui dice sempre che quando ci prendiam a testate su qualche argomento quello che ne esce scheggiato è lui…) quindi stamattina ho rizzato ciuffo e… son volata via! Ma non come quando gioco a salterello sopra una sogliola sovrappeso (quelle come tappettini elastici sono fantastiche, ma non diteglielo. Le ho convinte che è una tecnica che per evitare guai alla lisca…) Oggi mi son beccata un vento di tutto rispetto. Mi hanno fatto vorticare per tutte le parti. Voi non avete idea di che significa trovarsi a planare solo guidando il guscio… E questo era ancora il minimo (mettiamola così): anche la grandinata! Chicchi come se il cielo stesse pasturando per la pesca miracolosa! Avevo paura di dover passare l’intero Ferragosto in carrozzeria a farmi il lifting… Poi ok, ammetto che me è andata ancora bene: so che voi bipedi ne avete avuti di problemi a causa di questa perturbazione... ma hey! Son pur sempre una piccola cozza finita in quel frullatore gigante che voi chiamate tromba d’aria! Comunque per fortuna alla fine non ero da rottamare. Mi sono pure fatta lo scrub. Pensavo il peggior volo della mia vita fosse stesse per finire quando mi son trovata in mezzo alla tempesta di sabbia a Rimini… Sembravo una cozza impanata! Però non mi posso lamentare in fin dei conti. Anche perchè poi sembra che il maltempo perseguiti me e non è vero. Piuttosto sembra che siate voi bipedi italiani perseguitati dall’estero. Oggi ho scoperto che Ferrandelli, deputato regionale del Pd, ha trovato un nuovo ristorante dove propongono piatti a sfondo mafioso. A parte che insomma, due valve non fanno una cozza, così come due pizze non dovrebbero fare un insulto. Però, per quanto mi possano dire che il ristorante è a tema siciliano (anche se poi in mezzo ce ne sono di ricette internazionali…) non puoi pensare che stanno prendendo di mira la Sicilia… voglio dire! Sai quanto va di traverso sta cosa che ne so, alla Mala del Brenta? E Al Capone viveva pur sempre in America! Ma poi… ma perchè con tutto questo nazionalismo e con il turismo in crisi va “a fare un po’ di relax” a Copenaghen? Comunque, ristoratori di tutto il mondo, basta con questi riferimenti… e togliete dal menù pure i frutti di mare!

cozza-news-maltempo

Se fai un lavoro che ti calza come un guanto… poi è difficile sfilartelo!

Oggi giocavo con Triglia a Indovina Chi? Ovviamente abbiamo la nostra versione, mica con le tesserine come voi. La nostra in effetti è un po’ simile a un indovinello. Diamo tre aggettivi e l’altro deve indovinare.  Insomma, ce ne stavamo tranquille all’ombra quando il pinnato ci riflette un po’ e se ne salta fuori con: “Smunto, cicciottello e destinato agli occhiali.” Troppo facile per una cozza abituata a scorrazzare in spiaggia: “bambino internet dipendente!” Triglia schizza in superfice, si rituffa giù e mi guarda con due occhi ancora più allucinati di quelli che ha di solito! “Mica pensavo avresti indovinato!” E vedo che continua a guardare la superficie. A questo punto mi affaccio anch’io: chissà con che ce l’ha! Al che scopro che vicino riva c’è Totti. “Senti Trì, quello è er Pupone, ce n’è solo uno. Ed è pure cresciutello per definirlo ancora così” Dopo averle spiegato che quando date un soprannome voi fate peggio che le conchiglie fossili (diciamocelo, Maradona a 90 anni per voi sarà ancora El Pibe de Oro), le ho illustrato il mio ragionamento. Rispetto agli anni ’80/’90 ci sono molti meno ragazzini che giocano in spiaggia e molti più “schermo-dipendenti”. (Lo so bene, una volta avevo un sacco di castelli di sabbia dove andare a dormire, adesso ne trovi giusto qualcuno campato in aria…) Un tempo praticavano sport adesso lo fanno con qualche dito: prendono una consolle e via… Fatto sta che Totti in spiaggia non lo trovi tutti i giorni. Se è per questo non trovi neanche così tante persone che amano coì visceralmente il loro lavoro. Ecco, il capitano è uno di quelli che  si porta il lavoro a casa… e la famiglia al lavoro! (Se scende in campo con la maglia con una dedica a Ilary, a casa lascia in giro post it che inneggiano alla Roma?) Se ne stava in spiaggia… con un canotto giallo-rosso: se non è dedizione questa! Ma in fin dei conti non dovrei meravigliarmi. Siamo un po’ stakanovisti anche qui sott’acqua! E’ che alla fine si dice che se si fa un lavoro che si ama non si lavorerà un giorno in vita propria. La furbizia è proprio quella! Prendete solo i collaudatori di app per gli smartphone: loro sì che si divertono. Pensate a quella che è uscita ora: si chiama Send Me To Heaven. Praticamente l’attivi e poi lanci in aria il cellulare… poi presumo i collaudatori non fossero tenuti a riafferrarlo al volo, quindi non avevano lo stess post lancio se il telefono finiva in mille pezzi sfracellandosi a terra… Dopo il lancio scorpi l’altezza massima raggiunta. Che è poi la versione tecnologica del lancio del telefonino che spopolava quest’estate. Solo che se il secondo era liberatorio, il primo è più folle che se due foche invece che passarsi una palla si tirassero un masso. Le foche mica sono così autodistruttive! Loro giocano a nascondino e poi a fare “cucù”. Infatti quella di Venezia ora è riapparsa a Isola Verde. Stai tranquillo in spiaggia e oppele, eccotela qua! Dopo un po’ (mica è un orologio svizzero che spunta fuori con il muso una volta all’ora!) ha fatto pure “cha”… Però non chiedetemi dove sbucherà la prossima volta: dovete contare voi!

cozza-news-totti

Perchè ogni cosa ha due facce… solo che quella con la marmellata finisce sempre sotto

Voi bipedi, per qualche strano motivo che mi sguscia via, avete la passione per le notizie pessime. Fateci caso. Più son disastrose più interessano. Se v’imbattete in qualcosa di positivo balzate oltre oppure fate di tutto per trovare qualcosa su cui polemizzare… Insomma, non il massimo della gioia. Pure adesso che avete scoperto che si sono moltiplicate le aragoste. Invece di pensare tante belle chele nuove iniziate a disperarvi per l’effetto serra e perchè crolleranno i prezzi. Ma io dico: ma perchè far crollare i prezzi? Lasciatele qui dove stanno che son belle comode, alla giusta temperatura e ce la spassiamo un mondo! Neanche si tuffassero loro spontaneamente in una pentola bollente! Non è che se io sono in cima a uno scoglio e mi voglio tuffare inizio a pensare: se fossi da un’altra parte ci sarebbe l’acqua inquinata e non potrei farlo perchè mi si arruginirebbe il guscio… Insomma, godetevi il momento ogni tanto! Che poi ci pensano già i politici a rovinarvi la giornata, non vi basta? Ma invece di mangiarle, perchè non le assumete? Sono a bassisimo consumo e non conosco nessuno meglio di loro per la vigilanza. Qui ai baby-pesci irrequieti basta dire: “Guarda che chiamo l’aragosta” e in dieci minuti hanno spazzolato il cespuglio d’alghe, lucidato il corallo e raccolto tutte le conchiglie che hanno lasciato in giro. Bello un oceano! Immaginatele al Parlamento… appena uno pensa di alzare la voce peggio che in pescheria ne arriva una e pizzica l’alluce… sicuro non ci riprova! (Forse non vi van bene perchè son rosse? Lo sappiamo che non tutti van molto d’accordo con questo colore…) Per qualcosa di più incisivo… bisognerebbe chiamare i pacu, ma forse son troppo estremi. Poi corri il rischio di passare per sessista perchè attaccano i maschi. Ma non è colpa loro! In fin dei conti una pietanza preferita ce l’hanno tutti… Che poi non si capisce perchè si debba lanciare l’allarme perchè ci sono dei pesci che s’attaccano ai testicoli… quando a volte a farvi del male ci pensate da soli! Pensate solo a quell’uomo che è finito in ospedale per aver fatto sesso focoso con la moglie! Sempre doloroso è! Ok, forse prima si era anche divertito, ma in fin dei conti anche uno che sta in spiaggia non se la passa poi così male… Insomma, capisco che non tutte le ostriche possono avere la perla… ma voi non ne trovate una! Basta pensare a quel palazzo di 47 piani senza ascensore… una piccola dimenticanza, che sarà mai? Qui abbiam fatto la petizione per mandarci i tritoni, all’ultimo piano proprio! Sai come si sarebbero rimessi in forma? Ma voi pensate quanto sarebbe più piacevole la giornata se con quei giornalacci pieni di sciagure ci faceste delle barchette e navigaste tra le belle notizie! Ma senza chiudervi a riccio di mare che come lo pigli lo pigli, sempre ti pungi! E non pensiate che qui da noi non si sappia perchè per tutte le meduse appiccicate agli scogli Balo si sia fatto male oggi! Ha mostrato la villa dove vive e in molti è stato come tuffarsi con la bocca aperta… Poi hanno tossicchiato fuori l’invidia… Ma suvvia! Che poi quando segna con la Nazionale siam tutti contenti! (In campionato magari meno però… c’è ci vuoi fare! Pure il mio guscio ha due lati!)

cozza-news-aragosta

Avanti con questa politica… finiamo tutti fritti!

Oggi ho tutto il ciuffo arruffato dalla preoccupazione. Non è che noi ce ne stiamo tutte serene a dondolare e le cose ci scivolino addosso come un’anguilla distratta… Insomma, se adesso sembra equiparino camper e roulotte alle case, qui ci spaventiamo: e se domani si svegliano e decidono che anche sul guscio si pagano le tasse? E varrebbe solo per i molluschi o anche per i crostacei? Insomma, abbiamo avuto una lunga riunione. Fortuna che poi si avvicinava ora di cena e abbiamo interrotto per paura che al grande squalo venisse un certo languorino… Già il rappresentante dei tritoni stava ad affilare il suo forchettone… In effetti iniziavamo ad essere anche un po’ stanchi degli schamazzi all’esterno della Grande Conchiglia: c’erano i pesci trombetta che provavano gli acuti. Dovete sapere che quando c’è una partita di calcio sono sempre in prima linea. Voi direte “Ok, ma al momento ci sono solo delle amichevoli…” Noi abbiamo provato a spiegarglielo. Però un gabbiano che prima di passare a fare un saluto ha sorvolato Milano ha raccontato che c’erano in giro i manifesti di Forza Italia… e si sono confusi! Vaglielo a spiegare che erano per Berlusconi che ritorna sui suoi passi e non d’incoraggiamento per la Nazionale! Le sardine a furia di tentare di farglielo entrare in testa alla fine erano talmente esauste che se ne sono andate a marinare un po’ in un letto di cipolle! Pure il pesce martello c’ha provato. Solo che lui non è molto paziente e ha iniziato a sferrar colpi. Vi lascio immaginare! Appena uno lo vedeva avvicinarsi si tuffava nella sabbia, martellone si avventava su un altro e il primo sbucava fuori e… PEEEEEEEEEEEEE! E tutto questo perchè praticamente voi bipedi pensate già alla nuova campagna elettorale. Che qui il ragionamento è liscio come un mare piatto e solo Letta sembra non accorgersene. Il centrodestra tra un po’ dice che o l’abolizione dell’Imu o la riforma della giustizia non è stata fatta, i patti non erano questi quindi il governo salta. E via con le nuove elezioni (e intanto si pesca nei portafogli dei soliti noti che pagheranno tutto il possibile e un po’ di più perchè… no governo, no party per chi sperava di salvarsi dalle mazzate autunnali). E in campagna elettorale diranno pure: “Noi volevamo fare tante cose ma il centrosinistra era intento a raccogliere acqua con le mani quindi niente. Gli irresponsabili sono loro!” E lo spot elettorale ce l’hanno pronto. Il Pd per allora già tanto se avrà sciolto questo enorme enigma del “leadership equivale a premiership?” mentre gli elettori del M5S saranno intenti in una colletta per un apriscatole nuovo per Grillo. (Noi intanto siamo dispiaciuti per le povere alici che sono ancora rinchiuse: aveva detto che una volta entrato apriva la lattina ma quelle se ne stanno ancora a macerare nell’olio…) Voi pensere: ok, ma finita la riunione però ti sei rilassata! Magari! Faccio in tempo ad arrivare da scoglio che mi arriva Chiccozza a mostrarmi il suo secchiello nuovo tutto tempestato di madreperla (mica ha quel nome per niente, bascula solo per boutique!) Aveva il ciuffo più in aria del mio per quello che è successo a Oprah quando ha provato a comprare una borsa. Dice che ora la gente si lamenta perchè appena succede qualcosa subito si parla di razzismo. Ma lo vedete che siete prevenuti? Pensateci solo un attimo. Passa una donna. Un uomo urla “Ah fata!” Tutti gli altri si voltano a guardarla e fischiano… Se incrociano una cozza… nè urli nè fischi… Neanche se è un gran bel guscio di cozza! Ma per farsi notare che si deve fare? Bere una Red Bull???

cozza-news-imu

L’apparenza non è tutto… ma significa tanto!

Ok, lo ammetto. Anch’io ogni tanto do la libera uscita dal guscio alla vanità: in fin dei conti sarò cozza, ma lo so che l’apparenza conta eccome! Ovviamente poi c’è tutto il resto, però prendiamo quest’epoca. Tutti che comunicano tramite social: chi mette nel profilo la foto peggiore che gli abbiano mai scattato in vita sua? E se qualcuno si ostina a dire che vale zero… beh, ha una testa da scoglio! Di roccia proprio! Potete non dar retta a me, ma chiedetevi come l’ha presa Madonna che suo figlio ha pubblicato le foto di lei versione “nature”. E non intendo con un trucco naturale… Neanche una goccia proprio! Neppure una ricciola che le arricciasse i capelli! Una vita a crearsi un’immagine e poi… splash! Finisce anche lei nella rete. E il bello è che mi è risultata anche più simpatica e umana! Avevo quasi pensato d’invitarla a tenere un concerto anche quaggiù a questo punto! Lei di spettacoli ne ha fatti di ogni, ma subacqueo le manca in fin dei conti. I pesci chitarra si stavano già accordando assieme ai caponi lira mentre il pesce volante aveva ultimato delle coreografie da paura. Poi mi sono resa conto che c’erano due problemi di base. Primo: i pesci volanti con le stelle cadenti non c’azzeccano. Troppo pericoloso. Rischiavamo incidenti e se rimbalza una stella poi vallo a sapere se si avvera il desiderio. Secondo: siamo in piena estate e di sicuro Miss Ciccone avrebbe voluto dell’anguria… solo che se le sono fregate tutte i cinesi! Voi potrete pure pensare che il guscio non sia il massimo della moda, ma a quanto pare ci sono genitori che ne creano ad hoc per i figli. Lo fanno per tenerli al fresco. Alla fine sembrano tanti simpatici paguretti verdi… Alcuni hanno anche il caschetto in testa. Forse vogliono imparare ad andare in bicicletta come Marino. Che oggi se l’è presa con gli inglesi che hanno messo in guardia i compatrioti dai borseggiatori a Roma…. In effetti non la chiamerei pubblicità progresso, ma se nei vagoni delle metro della Capitale trasmettono un video per mostrare come proteggersi da eventuali furti… forse un motivo c’è! Ma non prendiamocela con il primo cittadino se non ne è consapevole! Forse si è scordato di aver lodato la vigilessa aggredita sulla banchina della Metro… Ma in fin dei conti lui gira pure con la scorta, che ne sa? Del resto oggi gli inglesi aveva voglia di punzecchiare l’Italia. L’han presa come bersaglio peggio di noi quando facciam i tornei di aguglie! (Altro che le vostre freccette! Calibri un po’ le pinne e spinnano via che è una meraviglia! Magari evitate di giocare con il mare mosso…) L’Economist ha definitivamente rottamato Berlusconi e sappiamo che non l’hai mai visto molto bene nel mare della politica… Ma già che c’era ha legnato pure il Movimento 5 Stelle. “La repulsione per la politica ha condotto in febbraio un quarto dell’elettorato a votare per il Movimento 5 Stelle guidato da un comico…” Sta a vedere che in Inghilterra esprimono i desideri con i grillini cadenti (nel gruppo misto!) Che vi posso dire… un anno fa qualcuno, in questa stessa notte, aveva desiderato che la politica fosse divertente!

cozza-news-apparenza