Perchè rimuginare quando puoi agire?

La vita è fatta di progetti e costruzione. Non c’è nulla da fare. O pensi e crei qualcosa o te ne resti come un pesce rosso nella tua boccia a boccheggiare in superficie perchè ti manca ossigeno. Per questo io e Scoglio passiam tanto tempo a costruirci il presente passo passo. (La fissa del futuro è tipica di voi bipedi che non avete ancora capito che quello sguscia peggio di un’anguilla quando sente odore di salamoia!) Poi ok, non pensate che sia sempre facile, pure noi ci ritroviamo in mezzo alle nostre burrasche e veniamo disturbati da tutti quei piccoli casini quotidiani che sono più fastidiosi di un gruppetto di baby granchi che t’inseguono ovunque perchè vogliono che metti a loro disposizione il ciuffo. Tutta colpa di quell’Edward che sforbiciava ovunque! Appena qualcuno si ricorda di quel film inizia il periodo emulazione e se non ci stai attenta ti ritrovi con un bonsai al posto del cespuglio di alghe… Comunque, anche quando puoi startene tranquillo improvvisando il presente non è che sempre sempre ti ritrovi con salvagenti con il buco (mi sa che li chiamate gommoni… mai capito perchè se dovete andar per mare non volete bagnarvi! Ma prendetevi uno slittino e andate in montagna! L’immersione è la cosa più bella che esista!) Voi bipedi siete fantastici per mandare all’aria progetti… quando non li realizzate e capite… che era meglio non farlo! A volte davvero son più sicure le costruzioni fatte con i mattoncini Lego… Prendete solo quello che riesce a combinare Calatrava. Che è anche bravo, geniale per certi versi…. poi non si capisce perchè, secondo alcuni, quando arriva in Italia fa danni! La stazione che sembra un’onda in piena Pianura Padana… fa acqua e il ponte a Venezia sembra diventato uno dei suoi peggiori incubi… Ora lo Stato Italiano l’ha anche citato a giudizio! Ma la cosa che vi riesce peggio di tutte è far progetti sulla vita altrui. Io neanche ci provo a dare a Scoglio un calendario con le cose da fare: quello che gli va, semplicemente, lo fa! (Basta non si tratti di darsi alle diete drastiche scrollandosi un po’ di pietrucce di dosso, che io sono affezionata a tutti i miei appiglietti!) Insomma, non si fanno i conti senza il polipo (lui con la scusa dei tentacoli è bravissimo: fa tipo voi con le dita) Prendi solo la Juventus che voleva cedere De Ceglie… tutto pronto, qui stavano tutti con le pinne pronte a salutare, invece lui mica è voluto passare al Sundland! Questo sta a dimostrare che spesso è inutile far impazzire il neurone a furia di pensare: ti crea solo un gran mal di testa! Infatti Scoglietto, che a me tiene un oceano, mi ha espressamente (nel senso che ha espresso il desiderio a Babbo Natale) imposto di non pensare… Dice che così non solo non mi scoppia il guscio, ma si risparmia anche lui un sacco di complicazioni… Va bene anche a me! Se combino qualche cozzinata… poi posso dire di non aver riflettuto!

cozza-news-costruire

Advertisements

One thought on “Perchè rimuginare quando puoi agire?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s