Abbiamo tutti i nostri draghi… che a volte giungono a riva

Noi qui sotto lo sappiamo benissimo. E’ una legge immutabile: il mare dà, il mare prende. A volte siete voi bipedi che vi perdete qualcosa ma hey, se non avete testa che ci possiamo fare? Se da noi si usassero gli euro avremmo tutti i polipi salvadanaio pronti a esploredere. Peccato solo che non ho ancora trovato nessuno disposto a spiegarmi perchè entrate in acqua con i soldi in tasca. Se non raccogliessimo tutte le monetine che ci piovono in testa avremmo il fondale marino sbirluccicante come la fontana di Trevi. Chissà se esprimete anche qui un desiderio… C’ho pensato oggi perchè è finita la settimana delle stelle cadenti e adesso fanno a gara chi ne ha raccolte di più. Una volta facevano la conta dei galeoni spagnoli, ma da quando gli euro hanno iniziato a tintinnarvi nel portafoglio hanno optato per le nuove monetine. Un anno avevano fatto la prova con le vecchie lire, ma là erano banconote e hanno perso troppo tempo a stenderle ad asciugare. Senza contare che appena ne svolazzava una per aria i delfini pensavano fosse una partita estemporanea di rubabandiera e se ne sono portati via circa la metà… Fatto sta che voi lasciate tanto in acqua… ma ancora di più sulla riva. Ora, capito che abbiamo le seppie spazzine, ma mica possono fare gli straordinari a Ferragosto: hey, hanno una vita! Almeno invece che confezioni vuote lasciaste pure qualcosa da mangiare! E’ stancante rassettare tutto! Però dicevamo, il mare dà pure. Infatti questa settimana ha deciso di farvi fare una scoperta clamorosa: un essere stranissimo arrivato sulle coste spagnole. Che poi adesso escono le ipotesi più assurde, tra le quali che si tratti di una balena o di un pesce drago… Ecco, con il secondo ci siam quasi… togliete pesce! Ma a voi bipedi neanche quando vi si mette l’evidenza sotto il naso avete dubbi? A parte che il povero pesce drago non sputa fuoco (lui ci provava, ma lo capite anche voi che stando in acqua al massimo usciva una nuvoletta di fumo), è anche molto, ma davvero tanto più corto… mica una differenza di un paio di conchiglie… Che poi potete anche non credere all’esistenza dei draghi ma… mica vi sareste mai aspettati che una cozza tenesse un blog! Insomma, chissà perchè certe simpatiche creature possono essere solo nelle favole o nei sogni… oppure usate come simbolo. Eppure avete pure la storia del santo che ha ammazzato un drago! In realtà spesso li usate come esempio per descrivere le vostre paure… Nulla di male… del resto quando noi vogliamo parlare di affermazioni fuori luogo di solito citiamo qualche vostro rappresentante… Prendete solo la Zanicchi che ha dichiarato: “Per guidare il centro destra è più adatto un uomo. Non è ancora arrivato il momento per una donna. Lo so, sono contro corrente: adoro l’uomo. Mi piace l’intelligenza maschile”. E capito Iva che sei contro corrente come un salmone, ma quelli non vanno a scontrarsi contro un masso di testa! Insomma, con tutte le lotte contro il sessismo… non te l’ha detto la zingara che non era l’uscita più felice per vivere serenamente?

cozza-news-draghi

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s