I politici sono talmente impegnati a salvare l’Italia… che rubano il lavoro ai comici!

Quando sono perplessa mi arrotolo ciuffo. Oggi lo ero talmente tanto che alla fine avevo un boccolo in testa. Praticamente la cozza-Teletubbie. Probabilmente è stato per quest’antenna che ho captato l’illuminazione. Quelli del Pd sono talmente democratici, che vedono democrazia anche dove non ce n’è. Oggi c’era la festa del Pd (la fanno prima della Direzione perchè poi saranno frutti di mare avariati?) Prende la parola Renzi, che ha rotto il muro del silenzio dopo tre settimane, quindi c’ha pure riflettuto con calma, e se ne esce con “Caro Letta vai avanti e fai le riforme per le quali sei stato votato”. Mi sfugge chi l’ha votato però! Voglio dire, ok che è premier ma se qualcuno aveva votato Pd si aspettava Bersani… Poi servivano le Larghe Intese quindi chi meglio di un rappresentante di centro-sinistra nipote di Gianni Letta? A parte questo… Renzi ha ragione: vorrebbe che il Pd avesse più coraggio e poi che “non possiamo andare avanti con questi politici”. Insomma, da quando ha capito che il termine rottamanzione non gli porta bene ammorbidisce i toni ma il senso non cambia. Che poi un bel ringiovanimento ci starebbe bene, perchè dopo qualche anno al potere iniziano a confondersi come un luccio senza navigatore. (Dovete sapere che i lucci proprio non sanno leggere le stelle, men che meno hanno capito da che parte sorge il sole. Se non hanno accanto un’acciuga che li guida chissà dove vanno ad arenarsi!) Infatti dopo l’intervista di Epifani al Corriere della Sera Brunetta ha dichiarato che “… sia Silvio Berlusconi che il Pdl hanno già escluso riflessi sul governo, assicurando la continuazione del loro impegno”. Beh, diciamo che sono stati proprio loro a dare l’ultimatum o riforma della gisutizia o crisi del governo. Insomma, non è che dopo la condanna della Cassazione non sia cambiato proprio nulla… E’ che oggi Brunetta era un po’ nervoso perchè non gli è andato giù quanto ha detto Benigni allo spettacolo di ieri sera. Dice che si è rivenduto le battute stantie di altri comici. E che ce la prendiamo con loro adesso? Per far una buona satira bisogna pure avere del materiale su cui lavorare: appunto servono nuovi politici, per avere altri spunti! Anche perchè se quelli che già ci sono si metto a fare le imitazioni in Aula tra un po’ bisogna mandare anche loro all’ufficio collocamento. Ci lamentiamo della disoccupazione e la Mussolini vuol far tutto lei! E’ come se un pesce palla quando ha il suo turno di boa segnaletica si mettesse anche a salutare le navi che passano: e i delfini che fanno? Lucidano le conchiglie? Insomma, qui più che larghe intese sembra un fritto misto con troppo limone: ognuno pensa a non farsi mangiare per primo ma sono tutti sull’acido! Speriamo almeno a Ferragosto si godano una bella siesta… e che intanto la pioggia raffreddi un po’ i bollenti spiriti.

-cozza-news-pd

Advertisements

One thought on “I politici sono talmente impegnati a salvare l’Italia… che rubano il lavoro ai comici!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s