Per risolvere il problema della disoccupazione… insegniamo a pilotare gli F-35?

Volo solo se strettamente indispensabile. Per il resto meglio il guscio ben piantato a terra o in immersione. Questa è la verità. E se proprio devo prendere una piuma per farmi dare uno strappo in volo, di certo non mi metto a lanciar polipetti esplosivi. Fine della storia. Quindi questa fissa per gli F-35 non la capisco. E’ un po’ come la storia del bracco che imitava il Barone Rosso sapendo che alla fine veniva abbattuto. Solo che, è risaputo, i cani sono intelligenti, quindi si fermava un attimo prima. Qui c’è il problema di fondo che sembra il governo abbia deciso di non eiettarsi dalla catastrofe totale. Tipo la storia di Achille: vita breve ma imperitura memoria. Solo che lui era un eroe che andava in prima linea (in poche parole: se la cercava). Questi decidono e mandano avanti gli altri. In poche parole è questo il ragionamento che si fa da noi. Forse ha la profondità di uno specchio d’acqua di palude, ma il senso c’è. Se proprio vogliamo immergerci nell’argomento allora ok. Andiamo da il grande polipo. Lui ha i tentacoli ovunque ed è il tuttologo migliore a cui chiedere. Adora le similitudini quindi non meravigliatevi se vi dirà: presente quando in mezzo al panico per l’arrivo di dieci squali affamati un pesce rosso si nasconde dietro un miserrimo filo d’alga con la speranza di non farsi vedere? I bipedi sono uguali: in un oceano di motivazioni assurde (o inesistenti) si aggrappano all’unica scusa lontanamente plausibile per darsi un minimo di contegno. In questo caso specifico, alla totale sudditanza verso gli altri stati. Pensateci: l’Europa dice… gli Stati Uniti vogliono… E loro bravi soldatini Signor sì signore! Certo che tutti gli imperatori che avete avuto starando dando testate nei Campi Elisi a vedere una simile discendenza! Alla fine son peggio dei merluzzi quando le seppie li minacciano: “O il tuo plancton o ti schizzo!” e loro ecco che smollano il raccolto. (Io mi farei schizzare, una bella ripitturata al guscio va sempre bene…). Insomma, il governo (almeno chi decide, che son sempre gli stessi) è una barca in alto mare, la bussola l’ha lasciata in pegno alla Ue e il cielo è coperto. Aspettano che passi un F-35 solo per capire la direzione da prendere… Voi direte che sicuro si sta andando a schiantare contro un masso enorme… Sapete qual’è il problema? Che alcuni sono come i dispiaceri che provate ad affogare nell’alcool e scoprite che nuotano benissimo… Quello che non si capisce è perchè, se continuano a tagliare impazziti come dei granchi in ritardo con la preparazione dei coriandoli per la grande parata, poi decidono di fare un po’ di beneficenza alla guerra spacciandola per missioni umanitarie: sta a vedere che hanno trovato il modo di risolvere la disoccupazione arruolando tutti!

cozza-news-f35

Advertisements

One thought on “Per risolvere il problema della disoccupazione… insegniamo a pilotare gli F-35?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s